Acqua per tutti, ma va razionata

La situazione idrica rimane critica e anche le piogge annunciate per i prossimi giorni porteranno benefici limitati: serve uno scatto culturale per limitare i consumi

L’emergenza idrica è rientrata, ma l’attenzione va tenuta alta. Varese e gli altri comuni serviti da Aspem, fatta eccezione per la parte alta di Daverio per la quale rimangono problemi che i tecnici stanno cercando di risolvere da tempo, hanno di nuovo l’acqua. Dalla municipalizzata varesina arriva però l’invito a non abbassare la guardia: i dati sui consumi negli ultimi giorni danno fiducia, ma la situazione rimane critica. Anche in caso di pioggia, che stando alle previsioni meteo del Centro Geofisico Prealpino potrebbero arrivare nella serata di oggi e domani (una manna per combattere l’inquinamento dell’aria di questi ultimi giorni), l’attenzione a quanto si consuma va mantenuta alta.

Nelle giornate di crisi idrica più pesante, martedì e mercoledì scorso, i consumi toccarono livelli record, vicini a 500 litri al giorno per abitante, quando la media regionale è di 230 litri al giorno per abitante. A quei livelli le falde di Aspem non riescono ad approvvigionare tutti gli abitanti, mentre quando la soglia dei consumi si avvicina a 430 litri al giorno per abitante l’acqua arriva a tutti, con la solita eccezione di Daverio. I vertici di Aspem questa mattina sono stati ricevuti in Comune a Varese per fare un’analisi complessiva della questione.

La causa principale dell’aumento dei consumi è l’innaffiamento di giardini, prati e fiori, seguito dalle numerose piscine che in estate vengono riempite senza curasi della carenza idrica: «Limitare l’uso dell’acqua per fini non domestici è un fatto culturale, una questione di educazione che tutti dovrebbero fare propria – spiegano i responsabili di Aspem -. Quando anni fa si parlava di raccolta differenziata, sembrava un miraggio. Oggi è una consuetudine radicata, speriamo che anche l’attenzione per quanto riguarda i consumi idrici vada in questa direzione».   

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.