Ad Azzate un “idro-simposio”

"Naturalmente e semplicemente acqua” è il titolo dell’incontro promosso dal Circolo Culturale "Carlo Cattaneo" per venerdì 23 giugno

Naturalmente e semplicemente acqua” è questo il titolo dell’incontro o meglio dell’idrosimposio promosso dal Circolo Culturale “Carlo Cattaneo” di Buguggiate in collaborazione con i Comuni della Valbossa.
La serata si terrà venerdì 23 giugno alle ore 21 ad Azzate nella Sala Polivalente Comunale (Pro Loco) in via Volta, 26.
«L’incontro,  in preparazione da tempo – spiega la signora Sessa Maria Dolores, Presidente del “Carlo Cattaneo”-  è una delle tante opportunità che il Circolo Culturale vuole offrire agli abitanti della Valbossa con l’intento di valorizzare il legame cittadino–territorio-istituzioni, grazie anche alla collaborazione delle amministrazioni comunali. Non potevamo certo immaginare che in alcuni Comuni del nostro territorio – Daverio, Azzate, Galliate, si sarebbe verificata questa grave emergenza acqua».

«I relatori dell’incontro – continua la signora Sessa – volevano e vogliono valorizzare l’acqua come elemento che forse, più di tutti gli altri, rappresenta la vita e, con uno spaccato decisamente locale, seguire i corsi d’acqua della Valbossa».

E’ per questo che sarà presente Giorgio Zordan, Presidente della Riserva Naturale del Monte San Giacomo. Partendo infatti dalla maestosità di questo rilievo di grande valore naturalistico e paesaggistico, il più importante del sistema collinare delle Prealpi che fanno da anfiteatro ai laghi di Comabbio, Monate, Varese e Palude Brabbia, che si parlerà delle sorgenti della Donda che hanno alimentato per quasi un secolo l’acquedotto comunale di Somma Lombardo. Quindi ci si soffermerà sull’uso attento e parsimonioso dell’acqua nella civiltà contadina della Valbossa.

Si continuerà con l’intervento di Andrea Comini, già Dirigente ASPEM, che illustrerà la struttura della rete idrica in Azzate.

Interverrà poi Giorgio Belli – sindaco di Crosio – che tratterà del
"governo”dell’acqua in provincia di Varese.
Si parlerà quindi dell’ATO,  sconosciuto alla maggior parte dei cittadini
«L’intervento di Giorgio Belli, sarà particolarmente interessante perché – sostiene ancora la signora Sessa – il sindaco di Crosio, è la memoria storica di uno strumento quale l’ATO (Ambito Territoriale Ottimale ) che ancora fatica a nascere così come la legge vuole».

Infine, per le donne, come per tutti coloro che a fatica si avvicinano alla teoria tendendo alla praticità delle cose, verranno dati consigli concreti  su come meglio usare e risparmiare l’acqua grazie all’intervento mirato di Remigio Mantovan di Legambiente.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.