Aligi Sassu e Reggiori celebrano i cinquant’anni di Arcumeggia

Dai primi di luglio a fine agosto una serie di manifestazioni e incontri con l’arte nel “paese dipinto”

In occasione dei cinquant’anni di fondazione del paese dipinto di Arcumeggia, il rinnovato accordo tra Provincia di Varese, Comunità Montana della Valcuvia e Comune di Casalzuigno consente di avviare una serie di iniziative artistico-culturali che avranno luogo nei mesi estivi e che hanno come scopo quello di riportare l’attenzione su una delle mete turistiche maggiormente gettonate del territorio varesino.

Gli appuntamenti sono l’aspetto spettacolare. Ma, accanto a questi eventi, sarà avviato un piano di intervento generale che interesserà sia il ricco patrimonio artistico, attraverso il restauro e il recupero degli affreschi, sia il paese.

L’assessore al Marketing territoriale e identità culturale della Provincia, Giangiacomo Longoni, è anche presidente dell’Accordo per la valorizzazione di Arcumeggia.  «C’è la necessità – spiega – di guardare all’arte con manifestazioni di ampio respiro, che ridiano ad Arcumeggia, e in questo senso al territorio provinciale tutto, il valore internazionale che fu all’origine di questa esperienza, tenendo conto che il Varesotto si caratterizza per una presenza peculiare dell’arte contemporanea. Perciò è significativa la collaborazione tra la Provincia di Varese, il Comune di Casalzuigno e la Comunità Montana della Valcuvia”.

Il mese di luglio vedrà – tra l’altro –  l’inaugurazione di un’ampia retrospettiva su Aligi Sassu, artista storico del ‘900 che lasciò ad Arcumeggia diverse opere affrescate. “Aligi Sassu: Milano-Arcumeggia andata e ritorno. Omaggio in quattro tempi” è il titolo della grande esposizione di più di 120 opere pittoriche e scultoree che sarà allestita in quattro sedi differenti: le Fornaci Ibis di Cunardo, la Galleria Ghiggini di Varese, il Chiostro di Voltorre a Gavirate e la Bottega del Pittore ad Arcumeggia.

Il secondo importante appuntamento sarà “Arcumeggia si racconta”, spettacolo serale itinerante per le vie del paese che si svilupperà lungo alcune stazioni audio-visive e che ricostruirà la storia del paese dipinto dal 1956, anno della sua fondazione.

Non mancherà inoltre un appuntamento enogastronomico e culturale, “Arcumeggia nei cortili e nelle strade” che ospiterà degustazioni di prodotti tipici in una cornice di spettacoli musicali, teatrali e performance artistiche.

Tra le altre iniziative il paese sarà arricchito da alcune composizioni florovivaistiche che si sfideranno in un concorso, mentre un intervento teatrale porterà sulla scena le lettere di Van Gogh al fratello Theo con e per la regia di Antonio Zanoletti, presso la splendida Villa Della Porta Bozzolo di Casalzuigno.

A corollario del ricco calendario farà da sfondo la realizzazione di un nuovo affresco di Albino Reggiori durante la seconda metà del mese di agosto e inoltre, per chiunque volesse visitare il paese con un occhio più attento, saranno a disposizione i ragazzi del Liceo Artistico di Varese per visite guidate nei fine settimana dal 22 di luglio al 10 di settembre.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.