Approfondimenti e musica barocca per accompagnare l’arte di Daniele Crespi

Si sfiorano ormai i 10.000 visitatori per la grande mostra ospitata a Palazzo Marliani Cicogna

Prosegue il successo della mostra “Daniele Crespi, un grande pittore del Seicento lombardo” aperta fino al 25 giugno a Palazzo Marliani Cicogna di Busto Arsizio: i visitatori sfiorano le 10.000 unità e i cataloghi venduti superano le 500 copie.

 

Visto l’ampio consenso del pubblico, sono state organizzate altre due iniziative collaterali all’evento: una conferenza e un concerto.

Il curatore della mostra, prof. Spiriti dell’Università dell’Insubria di Varese, terrà una conferenza venerdì 16 giugno dal titolo “Daniele Crespi e la Spagna”.

Uno dei risultati più importanti della mostra è stata infatti la messa a fuoco dei forti legami con la grande pittura spagnola del Seicento. Il contatto diretto con Velázquez a Milano nel 1629, i rapporti indiretti con Zurbarán, la tappa di studio di Jusepe de Ribera nel 1630 a Milano, le frequenti copie della Pietà del Prado sono i momenti più eclatanti di questa dimostrazione dell’apertura pittorica europea di Daniele Crespi.

 

Giovedì 22 giugno è previsto il concerto dell’Ensemble Musica Incognita, formato da Vittoria Rosapane (violino), Anna Leoni (violino), Chiara Nicora (cembalo), Marco Angilella (viola da gamba). Il gruppo è specializzato nella ricerca filologica e nell’esecuzione di brani del XVII e XVIII secolo. Il repertorio proposto si baserà su musiche di autori italiani contemporanei di Daniele Crespi, sia conosciuti sia poco noti. Il programma comprenderà pezzi di Claudio Monteverdi, Girolamo Frescobaldi, Biagio Marini, Tarquinio Merula, G. M. Bononcini e Marco Uccellini.

 

Entrambi gli incontri si terranno nella sala don Rossi di Palazzo Marliani Cicogna alle ore 21.00; l’ingresso sarà gratuito.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore