Arci: netta vittorias del no al referendum

"Anche il berlusconismo esce con le ossa rotte da una serie oramai lunga di consultazioni elettorali"

Proseguono i commenti delle forze deklla sinistra nel dopo consultazioni referendarie. A dare il suo contributo è l’Arci della provincia di Varese in una nota.

"Contrariamente a quanto sostengono i dirigenti di Lega, Forza Italia, AN e parte dell’UDC, la maggioranza del popolo italiano ha difeso e riapprovato la sana e robusta costituzione della Repubblica Italiana. La riforma del centrodestra è stata valutata come un incongruo pasticcio, con modifiche inique e dannose. Si è respinto il premierato forte, l’attentato all’unità nazionale e altri provvedimenti di un disegno complessivo inaccettabile per un Paese democratico moderno".
Particolarmente critici, gli attiviti dell’Arci, rispetto alle posizioni della Lega e alle prime reazioni da parte dell’europarlamentare varesino Francesco Speroni.
"Anche il berlusconismo esce con le ossa rotte da una serie oramai lunga di consultazioni elettorali. Tocca ora a tutta l’area del centrosinistra (partiti e associazioni socio–politico–culturali che vi fanno riferimento) recuperare il radicamento con il territorio, soprattutto al nord ed adeguatamente attrezzarsi alle prossime difficili prove politiche  che riguardano tutte e tutti".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore