Arrestato Vittorio Emanuele di Savoia

L'ordine è del gip di Potenza. Le accuse riguardano l'associazione per delinquere finalizzata alla corruzione e al falso

Vittorio Emanuele di Savoia è stato arrestato a Varenna, in provincia di Lecco. L’ordine viene dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Potenza, Alberto Iannuzzi. L’inchiesta che lo riguarda è coordinata dal pubblico ministero, Henry John Woodcock. Nei confronti del principe le accuse sono di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione e al falso e allo sfruttamento della prostituzione.  L’accusa di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione riguarderebbe alcuni nulla osta per i videogiochi ed altri apparecchi elettronici utilizzati per il gioco d’azzardo. Nella vicenda gli investigatori avrebbero scoperto legami con esponenti della criminalità organizzata siciliana.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.