Arrivano i “codici a barre” per telefoni cellulari

Ecco l'ultima novità della varesina Mobile Solution, che ci permetterà di conoscere tutto quello che vogliamo su un prodotto, semplicemente fotografandolo col telefonino

Sei al supermercato e trovi un prodotto per la cucina che ti stuzzica. Lo fotografi col cellulare e improvvisamente ti appaiono sullo schermo i valori calorici e alcune ricette che ti permettono di gustarlo al meglio. Poi leggi il giornale dove scopri, da una pubblicità, un nuovo modello di aspirapolvere. Basta un altro scatto con il telefonino per scoprirne prezzo, potenza e varianti cromatiche.

Magia? No, un codice a barre rivisto e corretto, in grado di "etichettare" il mondo permettendoci di conoscere tutto e subito, grazie ad un semplice cellulare con wap e fotocamera. Si chiama mCode, ed è l’ennesima innovazione della varesina Mobile Solutions.

Sempre all’avanguardia, l’azienda porta anche in Italia una tecnologia per telefoni cellulari decisamente innovativa. In Giappone, dove esiste qualcosa di simile chiamato QRcode, si parla di una vera e propria rivoluzione per il marketing. In un istante possiamo collegare la realtà al virtuale, etichettando il mondo così come facciamo con le parole chiave di un motore di ricerca.

Fotografare, infatti, l’mCode Tag apposto su una pagina di giornale o su qualunque tipo di prodotto, ad esempio sulle etichette di capi di abbigliamento, generi alimentari e persino opere d’arte, significa ottenere, sul display del telefonino, tutti i dati relativi a quell’oggetto. L’utente può limitarsi a leggere questi contenuti oppure interagire con essi: ad esempio, può accedere a concorsi a premi, inviare richieste specifiche o acquistare, ove possibile, il prodotto visualizzato.

Il possessore di un cellulare con fotocamera può scaricare gratuitamente mCode Reader dal sito ufficiale ed usufruire immediatamente dell’innovativo servizio. Per l’azienda , invece, è necessario che sui prodotti o servizi ai quali si vogliono collegare le informazioni sia applicato l’mCode Tag che permette al telefono cellulare di interpretarne il contenuto.

Vista l’ampia diffusione dei telefoni cellulari, in Italia, il potenziale di questa tecnologia è veramente alto, ridefinendo il rapporto tra azienda e cliente. mCode, a differenza di altre tecnologie, non contiene informazioni finite, ma dà accesso  ad un numero praticamente illimitato di dati. Non solo: questa tecnologia pone l’utente al centro di un sistema interattivo che lo vede protagonista delle sue scelte . I dati raccolti dall’elaborazione del tag – pur rispettando appieno le disposizioni di legge in materia privacy – disegnano un profilo di massima dell’utente, permettendo alle aziende di restituire a quest’ultimo informazioni in linea con i suoi gusti e coerenti con le sue abitudini.

Per saperne di più, e installare mCode sul vostro cellulare, visitate mCode.it.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.