“Atto politico annullare il concerto al Valle Olona Social Forum”

Per il segretario DS Bettoni, che vede due pesi e due misure nell'azione del Comune, servono una consulta delle associazioni e un apposito regolamento per garantire a tutti l'uso degli spazi a disposizione

Riceviamo e pubblichiamo

 
Vorrei intervenire come Segretario dei DS a riguardo della critica
situazione creatasi a Castellanza per l’annullamento del concerto di domenica sera 11 Giugno, organizzato nell’ambito delle due giornate di
Valle Olona Social Forum presso la Corte del Ciliegio.
Il
concerto aveva avuto un’autorizzazione iniziale da parte
dell’amministrazione comunale, ma domenica non è stata confermata.

Purtroppo
dobbiamo considerare il fatto, non solo spiacevole per le conseguenze
estremamente negative subite dagli organizzatori dell’evento, ma
soprattutto criticabile sotto l ‘aspetto politico.
Non
concedere l’autorizzazione per un concerto, una domenica sera dalle ore
21 alle ore 23.30 ed in modo contraddittorio, autorizzare una serata
musicale/danzante la domenica successiva, alla stessa ora,  fa
diventare la questione discutibile e molto criticabile, perchè si
intuisce che il problema non è il disturbo della quiete
pubblica (uguale in ambedue le situazioni), ma sembra una questione di
opportunità.

E tutto ciò obbliga a porsi delle serie domande.

Questa
scelta sarà stata avvalorata e parzialmente giustificata da molte
lamentele, (ho personalmente organizzato molte iniziative serali in
passato e costantemente sono state criticate da parte dei vicini), ma
riteniamo che ciò non sia sufficiente per bloccare un iniziativa in
corso e permetterne un’altra simile la settimana dopo.
E’ un precedente che
rischia di far pensare alla gente (e di fatto in molti l’hanno
pensato) che l’amministrazione abbia tenuto e possa mantenere in futuro
un comportamento arbitrario, iniquo, di disparità, fra associazioni
belle e simpatiche, di serie A e quelle di serie B.

Riteniamo
sia utile che per le prossime iniziative, da parte
dell’amministrazione, venga valutato con maggior attenzione il tipo di
atteggiamento da tenere e ci permettiamo di consigliare la creazione di
una consulta delle associazioni, in modo da poter affrontare  e
dirimere insieme problematiche organizzative e di carattere
programmatico .

Inoltre
vorremmo sottolineare che Castellanza, pur avendo molti spazi pubblici
disponibili per feste, si ritrova spesso in condizione di non poter
affrontare le richieste delle associazioni in modo adeguato. Solo
la Corte del Ciliegio è infatti organizzata con bar e servizi e questo
significa per tutte le associazioni un gran risparmio nei costi, ormai
esorbitanti, a causa delle obbligatorie messa a norma di tutti gli
impianti da utilizzare.

Per
questo motivo, suggeriamo che venga studiato con la collaborazione
delle associazioni un giusto regolamento, che permetta di utilizzare la
Corte con il massimo della resa e soddisfazione, sia  delle
associazioni stesse, che di tutti gli abitanti limitrofi. Poi,
sarebbe seriamente utile pensare ad uno spazio organizzato alternativo
che possa essere utilizzato per le feste cittadine senza che queste
creino disturbo ad alcuno.

 
 
Il segretario dei DS di Castellanza
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.