Basso: «Al Tour con la giusta cattiveria»

Definita la formazione che lo accompagnerà sulle strade di Francia. Escluso Andrea Peron

Bjarne Riis ha sciolto i nodi e ha svelato la formazione con cui il Team Csc affronterà il Tour de France nel tentativo di permettere a Ivan Basso (foto) la doppietta Giro-Tour che manca dal 1998 di Pantani.

Sono cinque i confermati della formazione danese che ha corso in Italia: oltre a capitan Basso ci saranno Giovanni Lombardi, Jens Voigt, Carlos Sastre e Bobby Julich. Al loro fianco ecco quindi gli americani Zabriskie e Vande Velde, il lussemburghese Franck Shleck e il velocista australiano Stuart O’Grady.
Nulla da fare purtroppo per Andrea Peron: il corridore di Besnate che da anni fa da gregario a Basso e veste la maglia della squadra di Riis non è stato chiamato dal direttore sportivo. Con lui resteranno a casa anche il vincitore della Roubaix, Fabian Cancellara, lo spagnolo Cuesta e il russo Gustov.

Ivan Basso nel frattempo è tornato in Italia dopo aver effettuato una perlustrazione sulle strade del prossimo Tour de France. La maglia rosa è anche stato ospite della sede londinese della Csc dove ha tenuto una conferenza stampa in vista della Gran Boucle, il cui contenuto è riportato oggi sul sito del corridore. «Sento molta attenzione nei miei confronti – ha precisato Basso – e questo mi fa immensamente piacere. Chi crede però che io mi senta appagato per il successo ottenuto al Giro d’Italia si sbaglia di grosso, mi presenterò al Tour con la cattiveria giusta».
 
Questa sera (martedì 20) nel frattempo, Ivan sarà impegnato in un circuito a Castelfranco Veneto, località a cui è molto legato e sede della squadra in cui ha militato nella categoria under 23: la Zalf-Fior che lo proiettò in azzurro verso il titolo Mondiale di Categoria vinto a Valkenburg nel ’98.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore