Bracconiere bloccato in Valganna

L’uomo utilizzata lacci per catturare cervi e caprioli, fermato dal Nucleo faunistico della polizia provinciale

Usava lacci per catturare cervi e caprioli. Ma per fortuna è stato fermato dagli agenti del Nucleo faunistico della Polizia provinciale, con la collaborazione del personale di vigilanza del Parco Campo dei Fiori, che hanno sorpreso l’uomo sul fatto.

Il fatto è avvenuto all’interno dell’area del Parco del Campo dei Fiori nella vallata del Pralugano nel comune di Valganna. L’area è al centro di una particolare forma di tutela naturalistica ed è popolata da tempo da caprioli, cervi e cinghiali che nelle ore notturne si alimentano nei prati.

Si tratta di animali oggetto di studio e di attenzione dal  punto di vista gestionale faunistico e venatorio, e che, a causa del loro aumentato numero, hanno suscitato altri  “interessi” tanto da indurre all’utilizzo di sistemi di abbattimento e di cattura vietati o che come quelli scoperti dal Nucleo faunistico, provocano sofferenze. I lacci, infatti, sono mezzi di cattura che vengono posizionati nei punti abituali di passaggio degli animali i quali una volta intrappolati muoiono lentamente strangolati dal cappio. Il bracconiere è stato denunciato all’autorità giudiziaria.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore