“Caccia ai Tesori Artigiani”: un percorso tra i prodotti di qualità nelle sale di Palazzo Affari ai Giureconsulti

Inaugurata la Mostra Mercato delle produzioni tradizionali Ingresso gratuito fino a domenica 2 luglio (dalle 10 alle 19)

MILANO – Un vero e proprio percorso da “caccia al tesoro” che parte dal loggiato esterno di Palazzo Affari ai Giureconsulti, in via Mercanti, prosegue nella Sala delle Colonne e va a terminare nelle Sale esposizione situate nel seminterrato. Un percorso animato dalle postazioni di quaranta botteghe artigiane che propongono i loro prodotti artistici di qualità.

Questo il colpo d’occhio offerto dalla mostra mercato aperta a cittadini e turisti, inaugurata stamane (venerdì 30 giugno) e che resterà aperta con ingresso libero fino a domenica 2 luglio con orario continuato dalle 10 alle 19.

L’iniziativa, denominata proprio “Caccia Ai Tesori Artigiani”, è realizzata dall’Unione Artigiani della Provincia di Milano e Promos, azienda speciale della Camera di Commercio di Milano per le attività internazionali, con il supporto della Regione Lombardia e UnionCamere Lombardia, e con il patrocinio dell’Assessorato Commercio e Artigianato del Comune di Milano.

Tappezzieri che esportano in tutto il mondo; maestri dell’arte sacra e artisti delle lavorazioni dell’oro e argento; raffinate vetrate realizzate anche per l’Euro Disney di Parigi; la sartoria teatrale; l’ultimo cappellificio di Milano accanto alla più rinomata legatoria; l’artigiano che fabbrica biciclette con il panificatore che propone il pane “di una volta”; il timbrificio e la sartoria di altissima classe che fa scuola in Giappone; i componenti d’arredo, la ceramica di altissima qualità, il legno lavorato, le porcellane e i maestri restauratori…Queste alcune delle “tappe” offerte ai visitatori che potranno ammirare ma anche acquistare.

L’artigianato artistico, dove il “mestiere delle mani” si sintonizza con “l’esercizio della mente e del genio creativo”, necessita di un preciso e concreto programma di sostegno per arrestarne un’allarmante e costante contrazione. Per fare qualche esempio negli ultimi cinque anni il settore della lavorazione del ferro si è ridotto dell’8,6%; flessioni ancor più nette per i calzolai (meno 19,5%) e per la sartoria (meno 11,6%). Per contro un recente sondaggio dell’Unione Artigiani ha rilevato che quasi il 13% delle aziende del settore artistico sarebbe disponibile ad assumere.

Attualmente, da un’elaborazione della Camera di Commercio di Milano su dati 1° semestre 2006 del registro delle imprese sezione speciale imprese con qualifica artigiana della provincia di Milano sono 3.461 le imprese che operano sul territorio provinciale che si dedicano all’artigianato artistico. Sono botteghe e laboratori attivi in settori che vanno dalla fabbricazione di tulle, pizzo e merletti, alla riparazione e fabbricazione di strumenti musicali, dai fabbri e ramai al restauro delle opere d’arte, dalla fabbricazione di gioielli alla legatoria. I fabbri e ramai fanno la parte del leone nel comparto milanese, raggiungendo oltre un quarto del totale (25,5%), seguiti da gioiellieri (13,4%) e sartorie (13,0%). Importante anche la presenza di imprese specializzate nella fabbricazione di articoli da viaggio (12,3%), nella riparazione e restauro di mobili (5,9%). Con percentuali minori seguono i corniciai (4,6%) e i restauratori di opere d’arte (4,2%). Nel suo insieme, l’artigianato artistico milanese rappresenta il 5% del totale nazionale, ma in alcuni settori la presenza è ancora più significativa: è il caso della confezione e riparazione di articoli in pelliccia (pari al 10,4% del comparto nazionale), della legatoria (9,1%), della fabbricazione di giocattoli (8,8%), di quella di borse e articoli da viaggio (8%), della fabbricazione e riparazione di strumenti musicali (7,2%) e veicoli in legno (7,1%).

La mostra mercato di Palazzo Ai Giureconsulti è il primo atto del progetto “Caccia Ai Tesori Artigiani”, nato per valorizzare e promuovere le botteghe milanesi dell’artigianato artistico e migliorare la visibilità e la presenza sul mercato. I laboratori che hanno aderito saranno inseriti in una brochure stampata in migliaia di copie fornita di una mappa della città di Milano per localizzarle e raggiungerle nei mesi a venire anche attraverso postazioni multimediali che, dopo i tre giorni di mostra mercato, saranno collocate in punti nevralgici del centro di Milano. Disponibile anche un sito internet (www.cacciaitesori.it) con le schede di tutte le produzioni.

Il progetto prevede una nuovo appuntamento pubblico all’inizio di autunno con modalità ancora da definire

L’inaugurazione dell’evento, tenutasi venerdì mattina sotto il loggiato della storica sede della Camera di Commercio, ha visto la presenza dell’Assessore Regionale all’Artigianato Marco Pagnoncelli. dell’Assessore al Commercio e Artigianato del Comune di Milano, Tiziana Maiolo, del Consigliere della Camera di Commercio di Milano Claudio Rotti e del Segretario generale dell’Unione Artigiani della Provincia di Milano, Marco Accornero.

Nel pomeriggio presso la Sala Parlamentino di Palazzo Ai Giureconsulti si è tenuto un seminario su “Artigianato artistico a Milano tra risorsa e opportunità”.

INFO: www.cacciaitesori.it 

Telefoni: 02.8375941 (Unione Artigiani)

02.85155203 (Promos – Camera di commercio di Milano)

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore