Campi elettromagnetici: anche Varese aderisce al monitoraggio

Arpa e Comune di Varese avviano la campagna di monitoraggio dei campi elettromagnetici. Lo sviluppo dei sistemi per la telefonia mobile, di recente ulteriormente incrementato dall’espansione dei sistemi di “terza generazione” (tecnica UMTS), ha moltiplicato la richiesta di informazioni da parte dei cittadini circa l’intensità dei campi elettromagnetici ai quali è esposta la popolazione. Di conseguenza, lo Stato ha deciso di incrementare i controlli ambientali, destinando una parte dei proventi delle gare per le concessioni governative alla realizzazione di una Rete Nazionale di Rilevamento dei Campi Elettromagnetici.

L’Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente della Lombardia sta collaborando alla realizzazione di questo progetto nazionale, istituito con DPCM 28 marzo 2002, per la costituzione di una rete di monitoraggio dei livelli di campo elettromagnetico per mezzo di centraline a banda larga, attraverso il Centro di Raccolta Nazionale del Ministero delle Comunicazioni. La realizzazione di tale rete è stata affidata alla Fondazione Ugo Bordoni, autorevole istituzione nel settore delle telecomunicazioni, la quale si avvale, per gli aspetti puntuali e di gestione sul territorio, del sistema delle agenzie regionali per la protezione dell’ambiente.

Le centraline  che effettuano il monitoraggio in continuo, trasmettendo autonomamente i dati di misura acquisiti via modem al centro di controllo ARPA, dispongono peraltro di un alimentatore a pannello solare, nell’ottica dell’utilizzo delle fonti energetiche alternative.

Il dipartimento ARPA Lombardia di Varese, già preposto alla preventiva valutazione del livello di emissione di onde elettromagnetiche nell’ambito del parere preliminare  per l’installazione degli impianti, sta avviando dunque in questi giorni anche sul territorio di Varese una campagna di monitoraggio dei campi elettromagnetici, in collaborazione con l’Area Tutela ambientale del Comune di Varese, nella valutazione di 4/5 siti idonei a posizionare le centraline di misura, sia dal punto di vista tecnico sia amministrativo. In seguito saranno verificati  periodicamente altri siti in corrispondenza degli impianti di radiotelecomunicazione esistenti, al fine di monitorare nel tempo tutte le zone adiacenti e potenzialmente esposte ai campi elettromagnetici.

Al termine della campagna di monitoraggio sul territorio comunale, ARPA provvederà a trasmettere all’amministrazione comunale una relazione sui dati raccolti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore