“Caso Aprica”, deferito Simoni

Secondo il procuratore non sussiste invece l'illecito sportivo

Le accuse lanciate dopo la penultima tappa del Giro d’Italia da Gilberto Simoni nei confronti di Ivan Basso sono costate un deferimento allo scalatore trentino. Il ciclista della Saunier Duval ha, secondo il procuratore federale Armando Forgione, «violato il primo e il secondo comma dell’articolo 1 del Regolamento di Giustizia e Disciplina Federale».

Lo stesso procuratore ha invece escluso che nella vicenda sussista una qualsiasi ipotesi di illecito sportivo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.