Comunità montana, via libera agli accordi di programma sul sociale

Nella seduta si è parlato anche di bilancio e miglioramento delle infrastrutture rurali

Via libera agli accordi di programma sul sociale, e in particolare in relazione al piano di zona (che riguarda l’individuazione dei bisogni di una determinata area geografica in materia sociale, come previsto dalla legge 328), all’inserimento lavorativo e al servizio minori. Questo uno dei punti in discussione nell’ultima assemblea della Comunità Montana della Valcuvia, tenutasi lo scorso 27 giugno alla sede dell’ente di piazza Marconi. Una seduta importante, che si è aperta con la convalida dei nuovi consiglieri assembleari dei comuni di Brenta e Duno, dove si è votato lo scorso maggio, cui è seguita la relazione  dell’assessore al Bilancio Lorenzo Moranzoni in merito al rendiconto dell’esercizio 2005. Oltre all’approvazione dei due accordi di programma relativi all’attuazione della legge 328/2000, un altro punto all’ordine del giorno ha riguardato l’adesione del Comune di Gavirate alla convenzione del difensore civico della Comunità Montana.

Ed infine si è approvato il bando per l’accesso ai contributi finalizzato allo sviluppo e miglioramento delle infrastrutture rurali.
I consiglieri dell’ente montano hanno salutato infine la presenza del presidente Marco Magrini in seguito alla caduta dalla moto che lo ha visto coinvolto qualche settimana fa; l’assemblea dello scorso 27 è stata difatti la prima uscita pubblica di Magrini in seguito all’incidente stradale.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore