Concorso fra apprendisti, vince l’Enaip bustocco

L'iniziativa organizzata dalla Provincia al Centro Congressi De Filippi

È l’Enaip di Busto Arsizio l’istituto che si è aggiudicato il premio “Apprendisti a convegno” svoltosi nel pomeriggio di ieri a Varese, al Convitto De Filippi. 
I più di 100 ragazzi tra i 15 e i 18 anni che hanno frequentato quest’anno i corsi formativi per apprendisti sono scesi infatti in gara per presentare ad una “giuria” composta da aziende, tutor e formatori i progetti elaborati nel corso dell’anno formativo.
Si chiude così l’anno scolastico e tra i ragazzi che hanno completato il loro percorso formativo ci sono anche gli apprendisti minorenni che, come prevede la legge, sono tenuti a frequentare corsi di formazione esterna all’azienda dove lavorano della durata di 240 ore. L’assessorato al Lavoro, Formazione Professionale e Istruzione della Provincia ha così organizzato un evento con l’obiettivo di fare il punto su gli esiti della formazione per apprendisti minorenni organizzata quest’anno ed infine per dare occasione ai giovani di dimostrare cosa hanno imparato. L’obiettivo della formazione per apprendisti minorenni non è quello di fornire nozioni specialistiche che siano di stretto supporto allo svolgimento dell’attività lavorativa, quanto quello di contribuire alla crescita educativa, culturale e relazionale dei ragazzi che scelgono di entrare nel mondo del lavoro, facendo sì che abbiano le stesse opportunità di crescita dei loro coetanei che hanno proseguito nella scuola.

Al Centro congressi De Filippi, 115 apprendisti coinvolti in 11 gruppi, come in un vero e proprio saggio di fine anno, hanno presentato ad un pubblico composto da titolari e tutor delle aziende in cui lavorano, i risultati delle loro fatiche.
Differenziate e creative le proposte, che hanno spaziato dai plastici e modelli di edifici o apparecchiature meccaniche, fino a cortometraggi e filmati.
A rendere più stimolante il tutto un vero e proprio concorso, con tutto il pubblico coinvolto nella votazione per eleggere il prodotto e la presentazione nel complesso più convincente; i componenti la “squadra” vincitrice sono stati premiati con un ambito lettore MP3 a testa.
Enaip è stato premiato per un video “Sulle strade di Busto Arsizio”, una produzione molto diretta che racconta la devianza giovanile che finisce verso la tossicodipendenza.
I prodotti sono frutto di un lavoro che ha impegnato i ragazzi fin dall’inizio del corso e che, partendo dalle conoscenze e dalle competenze professionali di ogni apprendista, li ha portati ad individuare il prodotto e la modalità che meglio potessero esprimere l’avventura formativa della classe, coinvolgendo e valorizzando il contributo di ognuno.
Gli obiettivi dei corsi puntano al raggiungimento di competenze linguistiche, matematiche, informatiche; organizzazione ed economia; disciplina del rapporto di lavoro; sicurezza sul lavoro; competenze relazionali; orientamento professionale; elementi di cittadinanza attiva.

Tutti elementi indispensabili per l’apprendimento e una crescita professionale che si sviluppi durante tutto l’arco della vita lavorativa.
«La nostra partecipazione a questo incontro nasce dal desiderio di valorizzare l’impegno che questi giovani apprendisti, i loro formatori e i tutor aziendali hanno profuso durante questi percorsi formativi, che rappresentano un’occasione importante per questi ragazzi» ha dichiarato Andrea Pellicini assessore al Lavoro, Formazione Professionale e Istruzione della Provincia di Varese «Grazie a queste attività formative possono infatti avere le stesse opportunità di crescita dei loro coetanei che frequentano la scuola, trovando, anche nel mondo del lavoro, gli strumenti intellettuali, relazionali ed operativi che consentiranno loro di diventare cittadini più preparati e quindi più consapevoli».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore