Consiglio comunale caldo per il sindaco Gilli

Questa sera la maggioranza dovrà dare prova di compattezza, mentre il centro-sinistra attacca Gilli e Forza Italia con un manifesto in cui si chiede un atteggiamento di responsabilità

Sarà un consiglio comunale davvero caldo (e non solo per l’afa di questi giorni) quello in programma questa sera (inizio alle 20) a Saronno. All’ordine del giorno importanti decisioni da prendere, a partire dall’approvazione del conto consuntivo per l’anno 2005 e alle variazioni al bilancio di previsione 2006, ma anche una verifica, non ufficiale ma nei fatti, della tenuta della maggioranza, dopo che nelle scorse settimane le tensioni interne al gruppo che sostiene il sindaco Pierluigi Gilli sono affiorate in modo eloquente.

In particolare si attende di vedere nuovamente suo banchi del consiglio comunale tutti i consiglieri di Forza Italia che nelle ultime due sedute hanno disertato l’aula, mettendo in difficoltà Gilli e facendo temere una crisi di maggioranza.

Una situazione sicuramente non facile che la sinistra saronnese non ha mancato di sottolineare e di condannare, con l’affissione di numerosi manifesti firmati da Uniti per Saronno, Rifondazione comunista e Verdi in cui si stigmatizzano le tensioni che attraversano la maggioranza. "La lotta per il potere tra il sindaco Gilli e Forza Italia paralizza la città impedendo la discussione delle delibere e producendo un blocco dell’attività istituzionale – si legge nel manifesto – Chiediamo che questa situazione venga affrontata rapidamente e con un atteggiamento di forte responsabilità". In caso contrario, conclude la sinistra saronnese, Gilli dovrebbe rassegnare le sue dimissioni.

Questa sera si vedrà se il sindaco è riuscito a ricucire lo strappo dei consiglieri di Forza Italia o se per Saronno si aprirà il capitolo della crisi politica.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore