Consumi più “responsabili”, la crisi rientra

Serbatoi pieni a Varese dopo il tam tam di Aspem che invita però a contenere ancora l'uso di acqua potabile. Situazioni critiche a Daverio e Viggiù

Migliora la situazione idrica in Provincia di Varese. La pioggia non c’entra, evidentemente, ma i comportamenti più responsabili sì. Almeno questa è la "lettura" di Aspem che non può spiegare diversamente il fatto che questa mattina, lunedì 19 giugno, i serbatoi nella maggior parte dei paesi della Provincia e quelli di Varese città fossero colmi d’acqua.
Le uniche due situazioni critiche riguardano Daverio e Viggiù.
Daverio, soprattutto nella parte alta della città, l’approvvigionamento idrico avviene ancora solo attraverso le autobotti, ma Aspem sta lavorando per cercare di risolvere l’emergenza, anche se i tempi non sono ancora definiti. A Viggiù invece questa mattina presto i vigili del fuoco di Varese hanno portato un’autobotte con 15.000 litri di acqua.
Per il resto, come si diceva, la situazione pare tornata alla normalità. Ma Aspem non canta vittoria e sul sito invita a mantenere un atteggiamento consapevole e a continuare a contenere i consumi. 
Ribadisce l’assoluto divieto di utilizzare impianti di innaffiamento e di osservare le disposizioni dell’ordinanza di limitazione dell’uso di acqua potabile in vigore.
Senza dubbio utile il massiccio volantinaggio messo in atto nel fine settimana: solo a Varese con un porta a porta rapidissimo sono stati consegnati 46.000 volantini che invitavano a razionare l’acqua.
Poi, tra sabato e domenica, sono stati recapitati anche in tutti gli altri paesi in cui è scattata l’ordinanaza: Arcisate, daverio, Galliate Lombardo, Azzate, Caronno Varesino, Gazzada Schianno, Luvinate, Carnago, Castronno, Jerago, Casciago, Lozza.

Tutte le lettere

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.