Corso di italiano per stranieri… con nonne baby sitter

Al via un corso realizzato dal Comune con la collaborazione delle volontarie del Centro Anziani che fanno giocare i bambini mentre le mamme studiano

Ha preso il via a Castiglione Olona il primo corso di italiano per stranieri organizzato dal Comune in collaborazione con il Centro Eda (Centro di educazione permanente) di Tradate e con il supporto del gruppo Donne “Dona un sorriso” del Centro anziani di Castiglione Olona.

Per un mese circa, fino al 14 luglio (per poi riprendere a settembre), un nutrito gruppo di stranieri (13 donne e 3 uomini, provenienti da Pakistan, Marocco, Egitto, Bangladesh e Sri Lanka, nella foto) due volte la settimana frequenteranno le lezioni di due ore ciascuna tenute dall’insegnante Tatiana Galli, specializzata all’Università di Siena proprio nell’insegnamento della lingua italiana per stranieri.

“Si tratta di un’iniziativa molto interessante per gli stranieri che hanno aderito, ma anche per la nostra collettività – spiega il sindaco di Castiglione Olona Giuseppe Battaini – perché da una parte si offre a questi concittadini, soprattutto alle donne che spesso sono le più isolate, uno strumento in più per vivere in modo meno difficoltoso la loro permanenza nel nostro Paese, e dall’altra, attraverso la conoscenza della lingua, si rende più facile l’integrazione, si facilitano l’incontro e la comunicazione, prevenendo così il crearsi delle tensioni e dei problemi che possono nascere dall’isolamento e dalla mancanza di dialogo”. Inoltre, le lezioni di italiano sono svolte con un metodo particolare che non passa dalla grammatica o dallo studio delle declinazioni verbali, bensì dall’insegnamento delle abitudini di vita italiane, dall’educazione civica e sanitaria, dall’ecologia, in modo che insieme alla lingua si trasmettono conoscenze e regole che facilitano ulteriormente la convivenza civile.

Determinante, nella realizzazione di questa iniziativa, la disponibilità delle “nonne” del gruppo “Dona un sorriso” del Centro anziani di Castiglione Olona, che nelle ore di lezione faranno giocare i bambini, permettendo così alle mamme di frequentare il corso di italiano. “Anche in questa occasione il volontariato si è rivelato determinante – spiega l’assessore ai Servizi sociali Albertina Finotti (nella foto, a sx, con Rita Martignoni) – Un grande ringraziamento a tutte le volontarie e alla coordinatrice del Gruppo Donne Rita Martignoni che hanno allestito uno spazio bellissimo in cui accolgono i bambini, che vanno dai tre mesi ai 12 anni per il tempo in cui le loro mamme sono impegnate nelle lezioni”.

Del gruppo di lavoro che ha organizzato il corso fa parte anche l’assistente sociale  Sonia Femia, che ha organizzato la prima e importante tappa di avvicinamento delle donne straniere a questa opportunità di integrazione, illustrando i contenuti del corso e raccogliendo le adesioni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.