Decimo compleanno per il Meeting degli atleti disabili

Domenica un evento sportivo di calibro nazionale da non perdere: quando l'atletica leggera è spettacolare, nonostante le difficoltà

"All the same to sport": lo slogan del Meeting interregionale per disabili fisici, mentali e non vedenti, la dice lunga sulla spirito di questa manifestazione. E visto che l’edizione 2006, che si svolgerà domenica 4 giugno, sarà la decima, le cose da raccontare sono veramente tante. Tra gli organizzatori dell’evento c’è Bruno Frigeri che, dopo aver ammirato i risultati olimpici di alcuni atleti disabili cairatesi, ebbe l’idea di realizzare questo importante incontro, nel ’93. Da allora si è sempre svolto regolarmente, prima con cadenza biennale e poi annuale.

Ormai le gare dell’appuntamento cairatese sono diventate una classica, e per l’appuntamento di domenica la prima cosa che noterete sarà la spettacolarità di uno sport disputato da veri professionisti. Quest’anno poi a partecipare saranno veramente molti, visto che per motivi di gestione l’organizzazione si è trovata costretta ad imporre un numero chiuso alle iscrizioni. Ci saranno più di 150 atleti, ed ovviamente altrettanti accompagnatori, da ogni parte d’Italia. Principalmente i ragazzi vengono dal nord, ma l’anno scorso non sono mancati iscritti anche dalla Toscana e da altre regioni del centro.

Le gare inizieranno alle 9, e si alterneranno tutte le discipline dell’atletica leggera. Questo l’elenco completo:

  • Atleti HF / NV / DIRa: 100 – 200 – 400 – 800 – 1500 – 4×100 – 4×400 – lungo con rincorsa – peso – disco
  • Atleti DIRp livello base: 60 – vortex – lungo F
  • Atleti DIRp livello avanzato: 100 – 200 – lungo R

Dopo il pranzo, previsto per le 13, ci sarà la cerimonia di premiazione, e la consegna di alcuni premi, oltre alla maglietta celebrativa della decima edizione.

«Prima di tutto questa giornata offrirà momenti di atletica spettacolari», racconta con entusiasmo Bruno Frigeri, che in questi anni ha capito che se lo sport è importante per tutti, in certi casi è ancora più prezioso. «Un evento di questo tipo ha una doppia importanza promozionale: da una parte è in grado di sensibilizzare i cittadini verso questa tematica, cancellando ogni inutile pregiudizio», osserva Frigeri, «Dall’altra stimola gli atleti stessi ad impegnarsi a fondo nelle loro discipline, ad applicarsi, traendo una vantaggio sia dal punto di vista fisico che di socializzazione».

Il meeting interregionale per atleti disabili è realizzato da Atletica Cairatese con l’appoggio e la collaborazione di CHP (Comitato Italiano Paralimpico), Fidal (Federazione Italiana Di Atletica Leggera), Comune di Cairate, Provincia di Varese e Regione Lombardia.
Ovviamente tutti gli amanti del sport sono invitati.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.