Delibere “fantasma”, insorge Busto Civitas

A soli due giorni dalla prima seduta del Consiglio comunale varie delibere in discussione non sono ancora disponibili per i consiglieri: la protesta dell'ex sindaco Rosa

A due giorni dalla prima seduta del Consiglio comunale un fantasma si aggira per le stanze di Palazzo Gilardoni: quello di alcune delle delibere che andranno in discussione giovedì sera. A denunciare il fatto è l’ex sindaco Luigi Rosa, che oggi di buon mattino si è recato con i colleghi consiglieri Carlo Fontana e Mario Cislaghi a ritirare le delibere, dopo aver ricevuto ieri la convocazione ufficiale del Consiglio per giovedì. Ma, sorpresa, gran parte delle delibere ancora non erano pronte, e la cartelletta consegnata ai consiglieri presentava larghi vuoti. Delle otto delibere da discutere, infatti, due erano ancora del tutto latitanti, e ed altre tre mancavano di importanti documenti ed allegati. L’ufficio delibere, alle richieste dei consiglieri, ha risposto che i documenti mancanti sono tuttora in fase di preparazione.

Il fatto in sè a prima vista potrebbe sembrare di scarsa importanza, ma non lo è. "Si è violato il regolamento del Consiglio comunale" attacca Luigi Rosa, "che stabilisce come entro tre giorni dalla data di una convocazione dell’assemblea i consiglieri debbano poter prendere visione di tutti i documenti necessari in merito a quanto si andrà a discutere. È necessario disporre dei documenti relativi alle delibere, alle interrogazioni eccetera per svolgere il ruolo di controllo dei consiglieri d’opposizione". Rosa, che non esita a parlare di "un fatto grave", ha presentato una formale contestazione agli uffici comunali. "Negandoci l’accesso a documenti che dovevano già essere pronti e disponibili, non ci viene consentito di svolgere il nostro dovere di consiglieri eletti. E si tenga conto che ci siamo dovuti assentare tutti e tre dal lavoro per venire a ritrare i documenti".

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.