“Dialogare con le istituzioni per rendere più sicuri i cittadini”

Questo pomeriggio si è svolto il congresso provinciale del Siulp, il sindacato della Polizia. Roberto Morelli succede al segretario uscente Giuseppe Tedesco

Avvicendamento alla guida provinciale del Siulp, il sindacato unitario dei lavoratori di Polizia. Il congresso ha infatti votato Roberto Morelli, in servizio presso Malpensa, nuovo segretario al posto di Giuseppe Tedesco, esponete della stradale di Busto Arsizio.

I lavori congressuali si sono tenuti nella giornata di oggi all’Hotel Palace di Varese, che ha ospitato i delegati e le autorità intervenute al congresso. Molti i temi toccati da Tedesco, nella sua relazione introduttiva. In particolare, il segretario uscente ha criticato l’anacronistico sistema di distribuzione degli uomini sul territorio, fermo ad un decreto ministeriale risalente al 1989. «Non è possibile che una provincia come L’Aquila, solo perchè capoluogo di regione, abbia più uomini a disposizione di Varese, che ha un territorio più vasto e ad alto rischio criminalità» afferma Tedesco. D’altronde qui da noi incide molto il fattore Malpensa, altro tasto dolente secondo il Siulp. «Purtroppo l’aeroporto è ancora abbinato a Milano, quando invece le conseguenze, anche in termini di criminalità, si fanno sentire anche in provincia di Varese. Oltretutto – continua Tedesco – a Malpensa ci sono molti meno uomini che a Fiumicino, nonostante lo scalo lombardo ospiti più voli a rischio terrorismo rispetto a quello romano».

Per quanto riguarda le strategie future invece, il Siulp ha sottolineato l’importanza dell’impegno dello Stato a favore della sicurezza. «La sicurezza è qualcosa che appartiene a tutti, la nostra intenzione è quella di dialogare con le amministrazioni locali affinchè ci sia un efficiente servizio di polizia ed i cittadini si sentano sicuri» conclude Tedesco.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 05 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore