Due frazioni a secco, oggi incontro con Aspem

A Vegonno e sulla collina di San Quirico il quinto giorno senz'acqua. Alle 15 nuovo vertice per gestire l'emergenza

«Sono anch’io di Vegonno, mi rendo conto in prima persona dei problemi». Il sindaco di Azzate Giovanni Nicora fa proprio parte di quel nutrito gruppo di cittadini giunto al quinto giorno consecutivo senz’acqua dai rubinetti.

«Sono due le frazioni maggiormente penalizzate – prosegue il sindaco -appunto Vegonno e la collina di San Quirico nella parte più alta del paese. Si tratta di circa ottocento persone». Per fare il punto della situazione oggi alle 15 si terrà un nuovo vertice tra i rappresentanti del comune e quelli dell’Aspem, l’azienda che gestisce l’acquedotto azzatese.
«I tecnici sono al lavoro da giorni – chiude speranzoso Nicora – Speriamo che oggi ci prospettino una soluzione, almeno per arginare l’emergenza».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore