E’ nato il comitato luinese per il “no” al referendum

A sostenerlo sono i partiti dell'Unione, previsto l'intervento di Giorgio Grasso dell'università dell'Insubria

(riceviamo e pubblichiamo)

Il Comitato “Salviamo la Costituzione” di Luino, al quale aderiscono i partiti luinesi dei Democratici di Sinistra, della Margherita e di Rifondazione Comunista, organizza per domenica 11 giugno 2006 al Boschetto di Germignaga la festa dell’Unione.

Ecco il programma:

Ore 11.00  Apertura della Festa con aperitivo in musica

Ore 12.00 Pranzo con l’UNIONE, segue pomeriggio musicale

Ore 17.00 pubblico dibattito sul tema: “Difendiamo la Costituzione: le ragioni di un NO”, relatore il prof. Giorgio Grasso, Professore Associato di Istituzioni di Diritto Pubblico presso la Facoltà di Economia dell’Università dell’Insubria. Interveranno alla Festa dirigenti locali, provinciali e regionali dei partiti dell’Unione. E’ prevista anche la presenza del senatore Paolo Rossi e del deputato Daniele Marantelli.

Ore 19.30 Cena con L’UNIONE

Ore 21.00 Musiche “live” e danze con i gruppi “Homo Erectus Band” (musica etnica) e dei “Diapason” (musica latinoamericana).

La sera prima, e cioè sabato 10 giugno, sempre al Boschetto, si svolgerà la festa di “Liberazione”,  organizzata da Rifondazione Comunista,  con cena e ballo liscio.

Il Comitato “Salviamo la Costituzione”, già presente nelle piazze di Luino ( lo sarà anche sabato 10 giugno, di pomeriggio, in Piazza Garibaldi), invita i cittadini a partecipare alla Festa ed a mobilitarsi per votare “NO” al referendum del 25 e 26 giugno. L’obiettivo è quello di abrogare la brutta revisione della Costituzione approvata dal Centrodestra e di costruire su basi nuove un confronto per modernizzare il testo, mantenendo fermi i valori che l’hanno ispirato. Dunque, al referendum, un “NO” netto, ma costruttivo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.