F.C. Carnago, un anno ricco di soddisfazioni

La rinata società del presidente Macario ha vinto la Terza categoria e allestito un settore giovanile di buon livello

«Obiettivi raggiunti». Queste le parole piene di orgoglio del presidente della F.C. Carnago, Luca Macario, a commento di una stagione che ha dato grandi soddisfazioni alla società granata.

A circa un anno dalla presentazione ufficiale a Villa Bregana della nuova formazione, rinata cinquant’anni dopo il suo ultimo campionato la  squadra carnaghese guidata dal mister Giorgio Carlotto, ha vinto con grande determinazione il campionato di Terza categoria, centrando così la promozione in Seconda. Nuovo campionato che sarà affrontato con la stessa passione nella stagione 2006/2007. 
«I risultati ottenuti in così breve tempo – ha precisato Luca Macario – sono frutto di un duro lavoro e di grandi sforzi da parte di questi ragazzi, che hanno dimostrato nei fatti, come un sincero e costante impegno sia poi premiato».
E così è stato; ma se il merito sul campo va ai giovani granata, dietro le quinte ci è voluto un lavoro di sostegno concreto da parte di tutti i componenti della società: allenatori, massaggiatori, accompagnatori e tutti coloro che seguono giornalmente i ragazzi. Ruolo fondamentale quello dell’Amministrazione Comunale di Carnago, e del suo primo cittadino, Fabrizio Taricco, che ha creduto fin dall’inizio nei buoni propositi della società, patrocinando l’iniziativa sportiva.

Non va tralasciato inoltre il significativo supporto del settore giovanile del Varese 1910, e la collaborazione del dott. Francesco Negri del Milan.
La F.C. Carnago ha saputo quindi tessere una serie di relazioni importanti per costruire un team forte, (tra i giocatori Valeriano Boaretto, capocannoniere del torneo e detentore del titolo da  4 anni) che ha portato questi ottimi esiti dal punto di vista calcistico, ed è anche riuscita a realizzare  progetti costruttivi per dare spazio alla voglia di giocare dei  bambini.
Solo pochi mesi fa, infatti, i ragazzi di Carnago che volevano giocare a calcio in modo amatoriale, erano costretti a rivolgersi ai comuni limitrofi, non essendo presente alcuna struttura che potesse permetterlo.

Oggi invece questa possibilità esiste, e la F.C. Carnago è punto di riferimento sociale ed educativo per tutti giovani. Un’occasione arrivata grazie all’impiego e impegno di allenatori e istruttori laureati Isef, di esperienza ventennale, di apprendere la cultura dello sport, sana palestra di vita.
Ad aprile è partita la promozione nelle scuole per le categorie under 18 che ha raccolto ben 65 iscritti e 5 squadre, (pulcini, giovanissimi, allievi, esordienti e juniores), pronte ad iniziare gli allenamenti.

«Nulla poteva andare meglio, in un anno di lavoro e attività. Quindi bilancio più che positivo – conclude il presidente, che aggiunge – Le ambizioni sono sempre di più visti i risultati ottenuti. Continuiamo a lavorare in questa direzione senza montarci la testa, ma con la prospettiva di crescere insieme ai nostri giovani sportivi. Siamo partiti solo con qualche sogno e molte speranze. In un periodo in cui il grande calcio sta dimostrando tutta la sua fragilità, ci sentiamo fieri dei nostri piccoli passi, frutto di onesto impegno e della voglia di giocare».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore