Gestivano un “centro” dello spaccio, sequestrati tre chili di hashish

In manette due uomini che dopo essersi fatti pagare, consegnavano la merce buttandola dal finestrino

Spacciavano hashish in una via pubblica del paese, ma sono stati arrestati dagli uomini del Nucleo Operativo e Radiomobile di Saronno dopo oltre due settimane di investigazione. L’arresto è stato compiuto nella notte tra il 10 e l’11 giugno, dopo un’intensa attività di investigazione durata alcune settimane ed è stata resa nota solo oggi per permettere il concludersi delle indagini.

In manette sono così finiti due cittadini di origine marocchina: M.H. di 27 anni, disoccupato ma munito di regolare permesso di soggiorno, e M.R. di 20 anni, clandestino, i quali avevano istituito una “centrale” per lo spaccio in una zona campestre nel territorio comunale di Gerenzano.
Ai due sono stati sequestrati tre chili e 200 grammi di haschish, già divisi in sacchetti da 50 grammi, e una fiat Brava utilizzata per lo spaccio.

Curiosa la metodologia usata dai due per operare lo spaccio della sostanza e non essere colti in flagranza di reato: i due si facevano consegnare i soldi e poi si facevano seguire in auto dagli acquirenti, poi buttavano dal finestrino i sacchettini.
 M.H. è stato inoltre denunciato all’Autorità Giudiziaria anche per il reato di “Falsità materiale commessa da privato” e “Guida senza patente”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.