Hamas rivendica lancio di razzi contro Israele

Le Brigate Ezedin Al Qassam hanno ammesso di aver esploso razzi e colpi di mortaio verso i territori israeliani

Per la prima volta dalla formazione del governo islamico, avvenuto a fine marzo, il braccio armato di Hamas rivendica il lancio di proiettili contro Israele: da fonti di agenzia risulta che le Brigate Ezzedin Al Qassam avrebbero annunciato l’esplosione di undici razzi Qassam e quattro colpi di mortaio a partire dalla Striscia di Gaza verso il territorio israeliano, in reazione alla strage ieri di sette civili su una spiaggia del nord della Striscia colpita per errore dall’artiglieria di Israele. Non è la prima volta dall’inizio della tregua informale con Israele, cominciata nel marzo del 2005, che i miliziani di Hamas lanciano attacchi militari contro il territorio israeliano, in particolare dopo l’uccisione di loro comandanti militari o altri episodi di violenza: ma ogni volta l’ala politica di Hamas aveva poi ribadito la tenuta della tregua.

Ieri le Brigate Ezzedin Al Qassam hanno minacciato di porre fine alla tregua dopo la morte dei sette civili sulla spiaggia di Gaza, sei dei quali membri di una stessa famiglia – fra cui tre bambini – i Ghalia. L’esercito dello stato ebraico ha confermato per ora di avere rilevato l’impatto di due proiettili in territorio israeliano: non si hanno però notizie di danni a persone.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.