I “magnifici” dieci del sindaco Farioli

Novità e conferme si alternano nel nuovo organismo di governo della città, definito solo dopo serratissime trattative proseguite fino all'ultimo

Alla fine non ce l’ha fatta e gli otto assessori promessi sono diventati dieci. Il "sindaco-direttore d’orchestra" Gigi Farioli ha dato un taglio alle prove degli orchestrali, ancora impegnati a disputarsi gli strumenti più pregiati: ora si suona. Questa mattina il primo cittadino ha convocato la stampa a Villa Ottolini-Tosi per presentare la nuova Giunta comunale, ponendo un termine alle illazioni e alle continue trattative che hanno caratterizzato la formazione del governo della città. Ancora ieri sera si discuteva animatamente presso al sede di Forza Italia, e gli ultimi dettagli sono stati letteralmente sistemati al volo. Eppure Farioli già da qualche giorno appariva otttimista e sicuro di avere in pugno la situazione: «La Giunta? È già fatta» ripeteva ai giornalisti in cerca di notizie, salvo tutelare il segreto "tombale" sui nomi.

Galleria fotografica

La Giunta di Busto Arsizio 4 di 12

Ed ecco la squadra che affiancherà il nuovo sindaco. Farioli terrà per sè le deleghe a patrimonio comunale, urbanistica generale e centri storici. Vicesindaco sarà Giampiero Reguzzoni (Lega Nord), che si occuperà di territorio e politica della casa. Assessore al Bilancio e agli Affari legali sarà Alberto Cattaneo di AN; i lavori pubblici saranno affidati all’altro leghista Franco Girola, mentre un terzo esponente del Carroccio, Ivo Azimonti, il più giovane della Giunta, avrà le deleghe a sport e partecipazione democratica. Sicurezza e Protezione civile saranno affidati a Luciano Lista (An), il personale a Giuseppe Zingale (Udc), mentre Claudio Fantinati (FI) si occuperà di cultura, educazione, sussidiarietà e problematiche giovanili. Il suo collega di partito Alberto Armiraglio sarà assessore all’Ambiente. I servizi sociali, le politiche della famiglia e per le nuove povertà spetteranno all’altro forzista Luigi Chierichetti, mentre la vera novità sarà l’assessorato alla salute, alla riorganizzazione sanitaria locale e all’innovazione, affidato ad Angelo Carenzi, "tecnico" ( è stato direttore dell’ospedale) senza partito. Dieci assessorati, dunque, più degli otto promessi solo poco tempo fa, e segno di trattative davvero difficile per rispettare da un lato la necessità di dare spazi a tutte le componenti della CdL, dall’altro gli equilibri interni di Forza Italia.

Le conferme sono Reguzzoni, Fantinati, Armiraglio e Chierichetti, già presenti nella Giunta Rosa; gli altri esponenti della Giunta Farioli sono "new entries" di varia esperienza politica, con Lista e Azimonti in quota giovani, e l’esperienza pregressa,ad esempio, di un Carenzi, che fu in un passato non troppo lontano segretario della DC bustese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 giugno 2006
Leggi i commenti

Galleria fotografica

La Giunta di Busto Arsizio 4 di 12

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore