Il Cuore di Vedano batte a tempo per l’Africa

Iniziano venerdì, al centro sportivo “M.Porta”, i concerti dell’iniziativa “Battito d’Africa”, un week-end di musica a sostegno del progetto in Sudan dell’Ong OCVI

Venerdì inizia la seconda edizione del “Battito d’Africa” la manifestazione organizzata da Tube Records, Associazione Farastoria con il patrocinio del Comune di Vedano Olona. Saranno tre giorni di grande musica al Centro sportivo “M.Porta” in via Bixio. I ricavati serviranno a finanziare l’associazione O.V.C.I, ed in particolare il centro “Osratuna” a Juba, in Sudan. La scelta di supportare il progetto è motivata dal fatto che da quest’anno ci lavorerà attivamente anche la vedanese Franca Cattorini, volontaria del centro O.V.C.I. di Vedano Olona.

Galleria fotografica

La nostra famiglia in Sudan 4 di 6

“Il Centro Osratuna, che in arabo significa “la nostra famiglia” è presente a Juba dal 1983” fa sapere la responsabile O.V.C.I Claudia Corsolini. “Per più di vent’anni la nostra organizzazione si è occupata di attività sanitaria primaria, ha sviluppato programmi contro la malnutrizione infantile, ma ha anche portato avanti esperimenti di microcredito rivolto specialmente alle donne” continua. “Da quest’anno, con la pace raggiunta dopo decenni di guerra civile, la nostra priorità è di investire per migliorare il sistema sociosanitario che abbiamo sviluppato in questi anni” aggiunge Claudia. E poi precisa “Grazie a “Battito d’Africa” potremmo acquistare le biciclette per i nostri dipendenti, un mezzo che gli scorsi anni, quando le strade erano tutte minate, era impossibile utilizzare”.

A Vedano saranno presenti anche alcuni operatori del CAST, l’ONG a cui l’edizione 2005 del “Battito d’Africa” aveva destinato i propri ricavi. “Presenteremo i risultati del progetto sulla Sicurezza alimentare nel distretto di Kilifi in Kenia” fa sapere Manuela Dezzi. “In quella zona si è verificata una situazione di grave malnutrizione, aggravata da una pesante siccità. Il nostro intervento ha contribuito a migliorare le coltivazioni presenti e ad integrarle con altre sementi”. Altra iniziativa dell’ONG di Laveno: l’apertura della mostra: “fa la spesa giusta”.

La direzione artistica del “Battito d’Africa” è affidata come sempre all’etichetta Tube Records. Si comincia venerdì con il Punk-rockabilly degli Hormonauts”. La band, famosa per la strampalata cover di “Staying Alive” di qualche anno fa, riproporrà  i brani del loro ultimo lavoro: "Hormonized". Ad aprire il loro concerto l’esibizione dei Gerson, formazione punk’n roll. Sabato 24 è la volta dello spettacolo di percussioni afro dell’ensamble “Mamafrica”, seguito dal pulp-rock dei pugliesi Jolaurlo, prodotti da Tube Records.

Domenica 25, dopo il laboratorio manualità per bambini a cura dell’associazione Vivere l’Africa di Vedano O e l’apertura della mostra "Fa la Spesa Giusta", ci sarà il  concerto roots reggae dei Wall Ceresio Roots ensamble. L’aperitivo sarà poi accompagnato dalla Banda dei Barba ed il loro inconfondibile jazz-calipso. Per la serata sarà poi reggae-dancehall con il dj set targato Fasus.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 giugno 2006
Leggi i commenti

Galleria fotografica

La nostra famiglia in Sudan 4 di 6

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.