Il Varese si ferma sul più bello

Varese-Paganese 1-3. Come all'andata, i biancorossi si fanno rimontare e dicono addio al sogno scudetto. In rete Bortolotto per i biancorossi

La Paganese espugna il “Franco Ossola” ed accede alla finale valida per l’assegnazione dello scudetto dilettanti.
Il successo in rimonta della squadra campana ricalca l’andamento della partita d’andata, con il Varese passato in vantaggio grazie a Bortolotto, ma raggiunto e superato dalle reti di Romano, Pellegrino e Majella.

Una ventosa giornata di sole accoglie il Varese nell’ultimo match casalingo della stagione. Devis Mangia sostituisce lo squalificato Confeggi spostando capitan Macchi a centrocampo e inserendo Pascuccio in difesa, mentre in attacco Sehic è affiancato da Marelli.
Risponde la Paganese con gli esperti Ferrara e Romano a giostrare come terminali offensivi del 4-4-2 schierato da Giacomarro. Da segnalare la presenza di una settantina di tifosi campani giunti a Varese per sostenere i propri beniamini.

Nei primi dieci minuti di gioco non accade nulla di rilevante sul rettangolo verde: la Paganese è ben disposta in campo e non permette agli esterni varesini di proporre azioni degne di tale nome. L’unico a farsi vedere con buona continuità dalle parti di Melillo è Sanel Sehic, autore al 13’ di una percussione sulla destra che si conclude con un servizio al centro sul quale Bortolotto si fa trovare impreparato. L’attaccante sloveno ci riprova al 22’, ma il suo destro da fuori area termina di poco fuori. Pochi minuti dopo la Paganese sfiora il vantaggio con Ferrara che, solo davanti a Sampietro, non riesce a mettere in rete complice anche l’intervento piuttosto scomposto di Macchi. Il signor Massa opta per una punizione in area, mentre l’attaccante ospite è costretto a uscire dal campo (al suo posto entra Majella). Romano si occupa del calcio a due, ma la folta barriera biancorossa respinge e allontana il pericolo.
Il finale di tempo offre non poche emozioni, con Lepore che al 34’ si rende pericoloso sfiorando il palo alla destra di Melillo dopo una bella conclusione da fuori area. Sessanta secondi dopo è il numero dieci avversario Pellegrino a guadagnarsi gli applausi del “Franco Ossola”, ma il suo splendido sinistro meriterebbe maggior fortuna, terminando di un soffio a lato.
Al 40’ il Varese passa in vantaggio: stupendo traversone di Lepore che pesca Bortolotto in piena area di rigore. Il numero sette biancorosso stoppa la palla di sinistro, e di collo destro infila Melillo per il gol che varrebbe la qualificazione. Giustificata l’esultanza dell’esterno varesino a suggellare una stagione giocata ad altissimi livelli. Il Varese chiude la prima frazione avanti di un gol grazie anche all’intervento provvidenziale di Sampietro, bravissimo a deviare in angolo la conclusione a botta sicura di Rizzo. Nei due minuti di recupero decretati da Massa non c’è nulla da segnalare, e così le due squadre vanno al riposo fra gli applausi del pubblico di fede biancorossa.

Neanche il tempo di mettersi comodi per l’inizio della ripresa, che la Paganese pareggia: è Romano a riportare il discorso qualificazione in suo favore con un destro dai sedici metri sul quale Sampietro nulla può. Esplode di gioia la curva ospite, mentre il resto dello stadio ammutolisce per un gol tanto pesante quanto immediato. Il Varese accusa il colpo, con la difesa biancorossa che balla sulle continue azioni in velocità di Romano, la vera arma in più della formazione campana. A interrompere il momento positivo ospite ci pensa Marco Fernandez, schierato nel corso del primo tempo al posto di Marelli, che regala un buon pallone a Sehic, il cui sinistro dall’area piccola termina clamorosamente a lato.
La Paganese
torna a macinare gioco, e al 16’ sfiora il raddoppio con un pallonetto di Romano che si spegne lentamente sul fondo. Gli ospiti però non si fanno pregare, e un minuto dopo vanno in vantaggio: Pellegrino elude la tattica del fuorigioco biancorossa e si trova a tu per tu con Sampietro, costretto ad abdicare per la seconda volta sul preciso destro del numero 10 avversario. Il risultato di 2-1 mette in ghiaccio la qualificazione, con il Varese costretto a segnare tre gol in mezz’ora per non dire addio al sogno scudetto: un’impresa davvero impossibile.
I giocatori biancorossi sembrano infatti non crederci più e non riescono ad impensierire più di tanto la retroguardia avversaria. Unica occasione degna di nota è la conclusione di Bortolotto da posizione defilata che costringe Melillo a respingere coi pugni.
Il match si avvia stancamente alla conclusione, ma la Paganese trova il tempo per siglare la terza rete con Majella, bravo a farsi trovare pronto all’appuntamento col gol che mette la parola fine al doppio confronto.

La partita si conclude così sul risultato di 1-3, punteggio che consente alla Paganese di giocarsi lo scudetto dilettanti nella finale con lo Spoleto, mentre i biancorossi chiudono comunque fra gli applausi una stagione vissuta da veri protagonisti.

Varese – Paganese 1-3 (1-0)

Marcatori: 40’ p.t. Bortolotto (V); 1’ s.t. Romano (P); 18’ s.t. Pellegrino (P); 42’ s.t. Majella (P).
Varese: Sampietro, Cozzi, Pisano, Dionisi, Palazzo, Pascuccio (11’ s.t. Cunati), Bortolotto (43’ s.t. Canziani), Macchi, Sehic, Lepore, Marelli (39’ p.t. M. Fernandez). A disp.: Dei Forti, Budelli, Adzaip, A. Fernandez. All.: Mangia.
Paganese: Melillo, Alletto, Tomacelli, De Sanzo, Perelli, Pannozzo, Rizzo (14’ s.t. Ciaramitaro), Dima Ruggiano (20’ s.t. Montano), Ferrara (30’ p.t. Majella), Pellegrino, Romano. A disp.: Maltese, Genova, Mannone, Scaramella. All.: Giacomarro.

Arbitro: Massa di Imperia (Matacotta e Bellucci). Note: giornata tiepida, terreno in buone condizioni. Spettatori: 2000 circa. Ammoniti: Cozzi, Bortolotto e Pisano (V); Pannozzo, Dima Ruggiano e Perelli (P). Calci d’angolo: 0-2

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore