Islamici: preghiera e silenzio stampa

In circa 150 il venerdì in via Peschiera. L'avvocato Ruperto nel frattempo ha chiesto la revoca dell'ordinanza del pagamento delle spese processuali

Mattinata tranquilla in via Peschiera a Cedrate, dove la comunità islamica gallaratese si è ritrovata come ogni venerdì per la preghiera.
Si sono radunati in circa 150 ad ascoltare il sermone che ha trattato i temi seguiti in questo ultimo periodo: educazione e rispetto del prossimo. Tra i fedeli (tutti di sesso maschile) anche diversi adolescenti e qualche bambino.
Nel frattempo non si registrano passi avanti nelle trattative sull’apertura della nuova moschea: la comunità islamica prosegue nel proprio silenzio stampa, anche se i contatti tra le due parti non mancano. Il sindaco oggi pomeriggio verrà ricevuto dal Prefetto di Varese Roberto Aragno, per un vertice sulla situazione generale.

Il legale della comunità islamica Bruna Tatiana Ruperto nel frattempo ha chiesto al Tribunale di Busto Arsizio la revoca dell’ordinanza di pagamento delle spese processuali sancita dalla sezione gallaratese in seguito al procedimento d’urgenza per cui la stessa sezione si è dichiarata incompetente. La sentenza verrà emessa entro 10 giorni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.