Kentridge, Moro, Wilson protagonisti alle Isole Borromeo

Fino al 19 settembre l’Isola Madre ospita la 2° edizione della Mostra di Arte Contemporanea sul Lago Maggiore

Dopo il grande successo dell’edizione 2005, che ha visto le installazioni  di  Jannis Kounellis  sull’isola Madre,  il 10 giugno 2006  sarà  inaugurata  la  2° edizione della Mostra di Arte Contemporanea sul Lago Maggiore.

Adelina von Fürstenberg ha invitato William Kentridge, artista sud africano che ha presentato i suoi ben noti video animati nei più prestigiosi musei del mondo, Liliana Moro, giovane artista milanese e Robert Wilson, artista e regista teatrale americano di fama internazionale.

In quest’edizione, sculture e installazioni coinvolgono l’isola intera e sono presentate sia all’interno del palazzo del XVII°secolo che sorge sull’isola, sia nel circostante giardino botanico, noto per le sue essenze rare, provenienti dai più lontani paesi e per i suoi uccelli esotici. Ed è proprio lo stretto rapporto e l’intimo dialogo con questa natura, e con la storia dell’Isola, il filo conduttore che ha guidato gli artisti e la curatrice nella scelta delle opere.

William Kentridge interviene con un’installazione Preparing The Flute: un teatrino su cui sono proiettati i suoi video animati ispirati al “Flauto Magico” di Mozart ed installato all’interno di una delle sale del secondo piano del Palazzo Borromeo, dove è ospitata una storica collezione di teatrini. La versione a scala 1/1 di quest’opera di William Kentridge sarà presentata a Napoli al Teatro San Carlo in ottobre 2006. Preparing The Flute fa parte della collezione di MAXXI, Roma.

Liliana Moro, dialoga con la natura attraverso una serie di nuove sculture in ceramica installate sui prati dell’Isola Madre ed intitolate Oggi che tutto appare nella chiarezza del vuoto, ho la libertà di guardare la neve. Con questa sua nuova opera, Liana Moro cerca di mettere in relazione l’uomo con la Madre Terra  e con la sua energia primordiale. 

Robert Wilson, si confronta con la  flora e la fauna dell’Isola Madre, creando l’opera Never Doubt I Love 2, un insieme di sculture di uomini lupo, uomini coniglio, uomini cervo, ispirate alle favole tradizionali europee e collocate con altre nuovi lavori e disegni su un percorso che accompagna il visitatore lungo il lago, davanti alla piazzetta, nello spazio interno dell’Orangerie per terminare alla vecchia darsena. Le installazioni di Robert Wilson sono sonorizzate con musiche originali del noto compositore americano vivente a Parigi, Michael Galasso ( v. la colonna sonora del film In The Mood for Love).

La mostra sarà aperta al pubblico dal 10 giugno al 19 settembre 2006, tutti i giorni dalle 10 alle 18.

A cura di Adelina von Fürstenberg

Un progetto di ART for The World, Ginevra – Milano

Con il sostegno dei Principi Borromeo, di Cristina Zuccari ed il Grand Hotel Majestic Pallanza.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore