L’associazione dei poliziotti si scaglia contro gli ex-terroristi nelle istituzioni

A Saronno verranno distribuite cartoline per chiedere un'azione parlamentare che estrometta ex-appartenenti a gruppi estremisti dalle istituzioni

“…Ma allora mio papà è morto invano”, con questo slogan dal forte impatto emotivo l’Associazione Poliziotti Italiani presenta la campagna di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sul terrorismo politico in Italia. Si comincia nel pomeriggio di sabato 23 con  una massiccia distribuzione di cartoline a Milano, fuori da Palazzo Marino in occasione del primo Consiglio Comunale dell’amministrazione Moratti, a Saronno e in altre 30 piazze delle principali città italiane.

 

«È solo l’inizio – afferma Carlo Mazzarella, presidente dell’associazione – di un’operazione che anche grazie al fattivo sostegno dell’On. Sandro Bondi e dell’On. Mario Mantovani vedrà coinvolte centinaia e centinaia di piazze d’Italia»  L’associaizone ha coinvolto in prima persona il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinatario delle 250.000 cartoline che saranno presto diffuse sull’intero territorio nazionale perché sia lui, massimo rappresentante di legalità in qualità di presidente del Consiglio superiore della magistratura, a richiedere una decisa azione parlamentare che impedisca ai colpevoli di delitti contro la personalità dello Stato di ricoprire incarichi istituzionali.

 

Lo scorso venerdì 16 giugno, ad Arcore, al termine di un’incontro tra  l’On. Sandro Bondi, l’On. Mario Mantovani e Carmine Abagnale, Forza Italia ha deciso di sostenere a tutti i livelli la campagna di sensibilizzazione dell’opinione pubblica concordata dallo stesso Abagnale con Maurizio Puddu presidente dell’Associazione Italiana Vittime del Terrorismo che ha da subito aderito all’iniziativa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore