«La Cgil ha abusato degli spazi elettorali». La Lega dal Prefetto

Esposto di Binelli per "propaganda abusiva nei luoghi di lavoro". La Brunato: "Mai violato nessuna norma"

«Noi abbiamo fatto propaganda elettorale occupando abusivamente gli spazi? Da che pulpito viene la predica: la Lega ha riempito di manifesti ogni spazio libero della città, facendosi beffa di qualsiasi norma democratica». Ivana Brunato, segretario provinciale della Cgil replica così all’esposto presentato al Prefetto dal segretario della Lega Nord varesina Fabio Binelli.

«Nei giorni scorsi – si legge nell’esposto firmato da Binelli – la Cgil ha affisso, nelle bacheche destinate alla comunicazione sindacale all’interno delle aziende, stampati, giornali murali e manifesti di propaganda diretti a sostenere il voto contrario alla Riforma Costituzionale portata a termine dal Parlamento nel referendum popolare del 25 e 26 giugno 2006.

Tali affissioni sono avvenute presso numerose aziende pubbliche e private della provincia di Varese, come ad esempio l’ENEL di Varese, la Bassani Ticino di Varese, l’Ospedale di Circolo di Varese, l’Agusta di Cascina Costa.

Le affissioni operate dall’associazione CGIL costituiscono aperta e flagrante violazione delle leggi che disciplinano la propaganda in occasione delle elezioni referendarie.

Si tratta da parte della CGIL dell’affissione abusiva sistematica al di fuori degli spazi assegnati per la propaganda, per di più aggravata dal fatto che essa viene effettuata sul posto di lavoro negli spazi che la normativa riserva alle organizzazioni sindacali».

«Appare evidente che l’intervento della CGIL su materie come la riforma costituzionale – continua Binelli nel suo esposto al Prefetto – non si configuri in alcun modo come materia di interesse sindacale e del lavoro e quindi non possa essere effettuata all’interno delle aziende».
Binelli conclude auspicando l’intervento del prefetto per “ristabilire la correttezza della campagna referendaria”.

Replica Ivana Brunato: «Intanto le comunicazioni esposte in azienda riguardano il comitato per la difesa della costituzione, comitato che è composto da Cgil, Cisl e Uil, e non soltanto dalla Cgil. Poi va detto che l’uso degli spazi sindacali è regolamentato dalla costituzione e dallo statuto dei lavoratori: noi non abbiamo violato né l’uno né l’altro.

Credo si voglia in maniera arbitraria attaccare il sindacato e ribadisco: la Lega si preoccupi di come ha abusato, lei sì davvero, degli spazi elettorali».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore