La macchina urbanistica riparte dai cittadini

Porogati al 31 ottobre i termini per presentare osservazioni al Piano di Governo del Territorio. Riparte anche l'iter per i grandi progetti

Riparte l’iter burocratico per la macchina urbanistica del Comune di Varese. L’assessore Fabio Binelli ha ripreso in mano le tanti questioni aperte in tema edilizio del territorio. Prima fra tutte il Piano di Governo del Territorio: la giunta ha deciso di prorogare fino al 31 ottobre i termini utili per cittadini, professionisti e associazioni  per presentare osservazioni e richieste che andranno poi valutate e discusse nei vari ambiti amministrativi. Il Commissario Porena aveva concesso tre mesi di tempo ma il Sindaco Fontana e il suo esecutivo hanno ritenuto di allungare i termini previsti, che scadevano proprio il 30 giugno, concedendo altri quattro mesi: «Il tema è delicato e preferiamo facilitare il più possibile il confronto costruttivo con la cittadinanza per costruire insieme il futuro della città» ha spiegato l’assessoreLe osservazioni, quindi, potranno essere presentate all’assessorato all’Urbanistica, in via Sacco 2.

Importante decisione anche riguardo ai piani integrati di intervento, quei progetti che incidono su zone particolarmente importanti del territorio e che potrebbero contribuire ad innovare profondamente la fisionomia ciitadina. Parliamo dei progetti di riqualificazione di aree rilevanti come via San Francesco, la zona antistante l’ospedale di Circolo, l’area dell’ex Malerba o quella dell’Aermacchi, o quella dell’Ippodromo: « Sono zone nodali su cui la giunta punta per interventi qualificati senza mettere mano ad altre aree verdi. Il riutilizzo di aree dismesse è un’opportunità che coinvolge i privati in una contrattazione particolarmente delicata perchè l’amministrazione ha il dovere di arrivare al migliore accordo per la popolazione».
L’approvazione di questi progetti è sottoposto ad un iter particolare
. Nel 2003, il consiglio comunale approvò un regolamento in cui si decise di istituire una commissione di tre esperti lo studio dei progetti. La commissione istituita con l’ex sindaco Fumagalli ha cessato di operare proprio all’indomani della caduta del primo cittadino a causa delle dimissioni di due consulenti. La giunta ha deciso, quindi, di riaprire il bando riservato a persone esperte, in materie giuridiche,  urbanistiche ed economiche-finanziarie, per la valutazione dei piani. Gli interessati potranno presentare domanda entro il 15 settembre, secondo modalità che verranno comunicate appena il bando sarà pronto.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.