La Pro Patria cambia rotta: ecco Marco Rossi

L'ex difensore di Torino, Brescia, Sampdoria e Piacenza guiderà i tigrotti. Per il ritiro, scelta Acqui Terme

La Pro Patria ha il nuovo tecnico. Come ampiamente annunciato negli scorsi giorni, sarà Marco Rossi a sedere sulla panchina dei tigrotti la prossima stagione di C1, la quinta consecutiva. Il giovane trainer arriva dall’esperienza di Lumezzane, terminata anzitempo con l’esonero prima della fine del torneo che ha sancito la retrocessione dei bresciani. Già lo scorso anno, in estate, c’era stato un abboccamento tra la famiglia Vender, il team manager Guffanti e l’ex difensore, ma non se ne fece nulla: Rossi scelse allora Lumezzane, la società che lo aveva promosso dalla panchina della Berretti a quella della prima strada.

Marco Rossi, ha un passato di tutto rispetto: difensore in serie A con la maglia di Torino, Brescia e Sampdoria e altre esperienze da professionista in B e C1. Ha finito la carriera girovagando tra Messico e Germania, per poi tornare a Piacenza in serie B, dove ha giocato con Tramezzani e Valtolina, che il prossimo anno saranno al suo servizio. A Lumezzane ha lavorato con i giovani prima, per poi passare nella prima squadra, dove ha lanciato tanti suoi ragazzi. Un cambio di rotta evidente della società biancoblu, che passa dalle mani di un allenatore navigato ed esperto come Discepoli per affidarsi ad un giovane rampante come Rossi.

Dal mercato non arrivano novità sostanziali. Arcari non è stato riscattato dal Brescia, ma è sul mercato: le richieste dalla B non mancano dopo l’ottimo fionale di stagione del portierone ex Cremonese. Colombo è stato invece riscattato dall’Albinoleffe. Gibbs resta, salvo sorprese: l’accordo con il Parma c’è, come c’è quello con il Milan per il centrocampista Ticli. Rimane a Busto Arsizio anche Perfetti, mentre per Marino piovono richieste dalle serie superiori, come per Franchini e Trezzi, il cui passaggio ad Arezzo è stato bloccato dall’infortunio che lo terrà lontano dai campi fino a dicembre. Tutto fatto per il ritiro: il direttore sportivo Angelo Carbone e il team manager Beppe Gonnella hanno visionato le strutture che ospiteranno la prima squadra, si torna ad Acqui Terme.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore