La protezione degli animali parte da Federcaccia

L'iniziativa prevede la pulizia dei boschi per ripristinare i prati da destinare all'alpeggio

Potrebbe suonare come un controsenso ma è tutta verità: per il terzo anno consecutivo la Federcaccia di Brezzo di Bedero porta avanti la sua proposta originale per la protezione degli animali. L’iniziativa, nata dalla collaborazione con la Coldiretti varesina ed alcune associazioni locali, è in programma per la mattinata di domani e prevede la pulizia delle zone boschive delle località Profaré e Pialnave per ripristinare i prati da destinare all’alpeggio.

«Queste zone sono state trascurate a lungo e diventate impraticabili perfino per gli animali selvatici – ha spiegato il presidente della Coldiretti Ignazio Bonacina -. L’opera di pulizia che questa associazione ha intrapreso permetterà di destinare maggiori spazi alla fauna locale ricostruendo il suo habitat naturale. Si tratta di un progetto molto interessante per proteggere l’ambiente e il territorio ma anche per tutelare l’agricoltura locale». 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore