La senatrice scrive al Ministro: «Insufficienti organici e strutture per sicurezza»

Iniziativa della Senatrice Maria Pellegatta, di Comunisti Italiani

Scarso l’organico, strutture insufficienti a garantire uno adeguato standard di sicurezza per lo scalo di Malpensa. Così la senatrice Maria Pellegatta, di Comunisti Italiani, pone all’attenzione del ministro dell’Interno Giuliano Amato la questione con un’interrogazione a risposta scritta. "L’aeroporto di Malpensa dispone di un  organico delle  Forze che si occupano della sicurezza , coordinate dalla Polizia di Frontiera, insufficiente ad affrontare le esigenze di un HUB" – si legge in una nota.

 

"La situazione  – continua il comunicato – è aggravata dal fatto che Malpensa è situata nella provincia di Varese ( ma non tutti sembra che lo sappiano) e che  l’organico della Questura è fermo dal 1989. Pertanto il numero complessivo  delle Forze di Polizia di Malpensa è pari alla metà di quello dell’Aeroporto di Fiumicino che peraltro puo’ contare sull’efficiente presenza del Reparto Mobile della Capitale".
A fronte di queste consierazioni – conclude la senatrice Pellegatta –

 "questa situazione deve essere affrontata nel concreto ed è stata sottoposta al Ministro dell’Interno".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.