Liberamente Politica anche a Busto “per gettare ponti e spezzare l’isolamento”

L'associazione di area "si sdoppia" ed apre una sede anche in città. Mercoledì sera dibattito sul referendum con Valentini, Adamoli e Giorgetti

Liberamente Politica si sdoppia ed inaugura la propria sede distaccata di Busto Arsizio. L’associazione, nata dall’esperienza dei Comitati Formigoni e presieduta dall’ex sindaco di Varese Giuseppe Gibilisco, ha ufficialmente sancito oggi l’apertura della sede di viale Cadorna, 11, alla presenza di importanti esponenti politici – su tutti Raffaele Cattaneo e Paolo Valentini. Sono così due le associazioni d’area nell’ambito di Forza Italia: infatti Liberamente Politica viene a fare il paio con Dialogando, altra associazione presente in città, confermando una sorta di rinascimento dialettico all’interno del centrodestra bustocco.

Dopo aver ricordato gli appuntamenti già organizzati (il dibattito su Malpensa, quello con Del Debbio a Varese), Gibilisco ha ricordato l’appuntamento di mercoledì sera alle 21 ai Molini Marzoli: "Si parlerà di referendum, abbiamo invitato una docente di diritto – Lorenza Violini – per approfondire le tematiche della riforma, quindi Paolo Valentini nella sua qualità di Presidente della Commissione Affari istituzionali del Consiglio Regionale lombardo, Giuseppe Adamoli, consigliere regionale della Margherita, quale esponente del "no" e Giancarlo Giorgetti, deputato e segretario nazionale dlla Lega Nord, per il "sì". "Non vogliamo che il referendum sia occasione di rivincite di una parte sull’altra, comunque vada" avverte Gibilisco; ci preme semmai approfondire, al di là dell’ideologia, nel merito della questione. Speriamo che da Busto parta un segnale di dialogo".

"Una sede a Busto per riconoscere il carattere multipolare della provincia" aggiunge Raffaele Cattaneo. "Giusto ieri ho avuto il piacere di incontrare Shimon Peres, il vicepremier israeliano. Mi ha detto una cosa che fa piacere, cioè che noi italiani abbiamo la grande capacità di gettare ponti, laddove tutti invece sottolineano le difficoltà di costruire la pace. Gettare ponti verso le istituzioni perchè non si chiudano a riccio in se stesse, ma si aprano al dialogo con la società: questo è lo spirito di Liberamente Politica". Anche il vicecoordinatore provinciale di Forza Italia Enrico Vettori rimarca che "i Comuni concepiti come castelli fortificati non hanno più senso: è ora di dialogare fra enti vicini e dagli interessi comuni". E Paolo Valentini ricorda il traguardo dello Statuto regionale lombardo, ancora tutto da costruire: "ma bisogna priam aver chiaro il quadro di riferimento": e da questo punto di vista il referendum e i suoi esiti saranno decisivi.

La sede di Liberamente Politica osserverà i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, il mercoledì anche dalle 15 alle 19, il sabato dalle 9 alle 12. A giorni sarà attivato anche il sito Internet www.liberamentepolitica.it , oltre all’indirizzo e-mail bustolp@virgilio.it .

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore