Lombardia-Regio Insubrica, sì alla collaborazione

Il sottosegretario alla Presidenza della Regione Cattaneo incontra Segretario Generale della Regio Insubrica Roberto Forte

Il sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo, ha incontrato venerdì 9 giugno a Palazzo Pirelli la delegazione della Comunità di Lavoro della Regio Insubrica, l’associazione per la cooperazione transfrontaliera costituita nel 1995 che attualmente raggruppa il Canton Ticino e le Province di Varese, Como, Lecco, Verbano Cusio Ossola e Novara.

L’incontro tra il sottosegretario Cattaneo e il Segretario Generale della Regio Insubrica, Roberto Forte, è servito ad approfondire alcune tematiche di interesse comune in vista di una più stretta collaborazione tra le due realtà.  In particolare Cattaneo ha confermato la disponibilità della Regione Lombardia nella verifica tecnico-legale della possibilità e dell’opportunità di un riconoscimento giuridico della Regio Insubrica – attualmente soggetto di diritto privato e quindi impossibilitata a sottoscrivere intese a livello internazionale – in conformità alla Convenzione di Madrid.
«L’azione della Regio-Insubrica è una realtà che ci interessa molto – ha detto il sottosegretario lombardo – e della quale apprezziamo l’idea fondante di associazione di zone storicamente e geograficamente omogenee, con la quale la Regione Lombardia vuole intraprendere un rapporto efficace e concreto». Ricordando come la Regio Insubrica sia il soggetto ideale per presentare quei progetti di cooperazione transfrontaliera previsti dall’Obiettivo 3, Cattaneo ha indicato i temi specifici sui quali approfondire la collaborazione. In particolare, il turismo (per una promozione unica del sistema dei laghi prealpini da ben coordinare con i tentativi già in atto), la sanità (ad esempio nell’ambito dell’emergenza-urgenza) e infine le infrastrutture (collegamenti Lugano-Malpensa, Como-Varese, Milano-Zurigo), un ambito quest’ultimo per il quale il sottosegretario lombardo ha proposto la creazione di un Tavolo di lavoro ad hoc.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.