Manca l’acqua, l’incendio viene spento con le pale

Quasi domate le fiamme, forse di origine dolosa, nella zona boschiva di Abbiate. Oltre cento volontari al lavoro

Oltre cento volontari, tra Protezione civile, Guardia forestale e vigili del fuoco, per spegnere l’incendio che si è sviluppato giovedì sera in una zona boschiva di Abbiate Guazzone. I pompieri sono arrivati prontamente da Busto Arsizio e Appiano Gentile, ma purtroppo le autobotti erano sono utilizzate in tutta la provincia per i rifornimenti idrici nelle zone colpite dalla carenza d’acqua. E così oltre cento persone si sono dovute impegnare per domare l’incendio, molto probabilmente di origine dolosa.
Alle 11 di venerdì mattina i volontari sono ancora al lavoro, perché il sottobosco è molto secco e in diversi punti emergono nuovi focolari. La situazione dovrebbe essere sotto controllo, anche grazie all’utilizzo di elicotteri della Forestale che monitorano costantemente il territorio.

La situazione Crisi idrica in città: Vietato bagnare giardini anche di notte, MIgliora la situazione all’ospedale

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.