Massi instabili, ancora chiusa la A2

Il luogo dell'incidente di mercoledì scorso ancora troppo a rischio. La ripertura forse martedì 6 giugno

L’A2 rimarrà chiusa durante tutto il fine settimana e forse anche oltre, forse fino a martedì, a causa di una nuova caduta di massi vicino a Gurtnellen ( Ur). La sovrastante parete rocciosa è particolarmente instabile e per questo motivo le autorità hanno deciso di bloccare il traffico sia lungo l’asse autostradale del San Gottardo, sia lungo la strada cantonale.
L’A2 era stata chiusa mercoledì scorso dopo che una frana caduta sulla carreggiata aveva ucciso i due occupanti di un’auto con targa tedesca. Ieri, venerdì 2 giugno, verso le 11 era stata riaperta al traffico, ma un’ora e mezzo più tardi gli esperti che monitoravano la parete rocciosa hanno sentito un boato e hanno dato l’allarme.
Questa volta i massi – di un volume da uno a cinque metri cubi, secondo quanto precisato ad Altdorf dal direttore urano dei lavori pubblici Markus Züst – non sono arrivati fino all’autostrada: i rischi di nuove frane nei prossimi giorni e settimane rimangono però ele- vati. L’asse del San Gottardo sarà quindi impraticabile durante le festività di Pentecoste: l’A2 e la cantonale fra Amsteg e Wassen rimarranno chiuse almeno fino a martedì.
I geologi prevedono infatti nuove «  piccole o medie  » cadute di massi e il canton Uri sta quindi studiando soluzioni per ridurre i rischi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.