Mucci: “Con un sì al referendum, potremmo investire di più”

Consiglio comunale pre-referendario. La ribalta al conto consuntivo sul bilancio: critica l'opposizione, che ha votato contro

È cominciato citando VareseNews il secondo consiglio comunale del secondo quinquennio Mucci. Nel question time infatti il consigliere di Rifondazione Comunista Stefano Rizzi ha sollevato una questione portata alla luce sul nostro quotidiano on line: il rifiuto subito da un ragazzo affetto dalla sindrome di Down da parte degli organizzatori dell’iniziativa estiva “Avventure in divisa”. Il primo cittadino Nicola Mucci ha risposto con le stesse parole che la dirigente Manuela Solinas ci aveva detto mercoledì scorso: «Non erano mai arrivate richieste di questo tipo – ha detto Mucci -, il tempo stringe, verificheremo se sarà possibile intervenire per la prossima edizione». Rimane il dubbio che non siano state valutate tutte le varabili per tempo: mettere una toppa senz’altro è utile, ma il ragazzo non potrà comunque partecipare all’iniziativa. Mucci ha poi spiegato le ragioni della mancanza d’acqua a Crenna, sempre mercoledì scorso, sollecitato da Angelo Senaldi, capogruppo della Margherita: si è rotta una tubatura, aggiustata prontamente dai tecnici Amsc. Il sindaco ha assicurato un monitoraggio quotidiano sia per la questione acqua, sia per quanto riguarda l’inquinamento atmosferico, rispondendo al diessino Giorgio Bisaccia.  Pierluigi Galli, capogruppo Ds, ha poi reiterato la richiesta di conoscere i nomi presenti nei cda delle società controllate dal Comune e da Amsc: Mucci ha assicurato che, rispondendo alle norme di legge, la comunicazione verrà data al più presto. Raffaele Apicella, della Margherita, ha infine chiesto conto del continuo abuso sull’occupazione degli spazi elettorali: il sindaco ha risposto che la Polizia Locale vigila, invitando comunque tutti ad un comportamento corretto.

Il piatto forte della serata era l’approvazione del conto consuntivo di bilancio. L’assessore Carlo Bonicalzi ha presentato i dati, non entrando nei particolari soprattutto perché il lavoro è stato sviluppato dal precedente titolare del dicastero economico, Luca Carabelli. Il dato più importante che emerge è l’avanzo di bilancio: circa 4,3 milioni, buona parte dei quali liberamente utilizzabili per investimenti. Nel dibattito che è seguito alla presentazione il consigliere Laura Floris, dei Laici Socialisti Liberali Radicali, ha auspicato un confronto sul futuro della città, puntando sul bilancio partecipato, strumento utile per condividere con i cittadini le proposte. Rizzi, come Senaldi, ha criticato i tagli alla spesa sociale e l’eccessivo ricorso all’urbanizzazione, Galli ha attaccato la maggioranza uscente per le scelte fatte: troppi 2,7 milioni spesi per l’arredo dei teatri, troppo pochi i soldi investiti nella manutenzione stradale e per l’abbattimento delle barriere architettoniche, zero quelli preventivati per le case popolari. La Casa delle Libertà si è stretta intorno al primo cittadino e alla giunta, elogiando l’avanzo di bilancio ingente. Lo stesso Mucci ha ribattuto che la spesa sociale messa a bilancio dal Comune non è calata, mentre è sceso il contributo della Regione. Anche per quanto riguarda la pressione fiscale, Mucci ha ricordato che sia Ici che Tarsu sono diminuite, terminando il suo discorso con un invito al “sì” al referendum: «Gallarate sarebbe in grado di investire molto di più – ha detto il sindaco -, senza i vincoli imposti dalle Finanziarie, studiate senza badare alle differenziazioni tra zone e zone d’Italia. Il federalismo fiscale potrebbe favorire lo sviluppo ulteriore della città». Per Mucci gli applausi di Roberto Borgo della Lega Nord, che ha elogiato il modello federale svizzero.

Infine sono state nominate le commissioni: 9, come gli assessorati, nonostante la proposta, bocciata, di Quintino Magarò del gruppo misto, di ridurli a 6. Forza Italia ha fatto il pieno delle presidenze: Urbanistica a Giacomo Peroni, Sport a Raffaele Ieno, Lavori Pubblici a Leonardo Martucci, Bilancio a Alberto Ramponi, Cultura ad Alessandro Petrone, Attività Economiche a Marco Buscemi, Pubblica Istruzione a Renzo Bertinelli. A Luigi Causarano, di An, i Servizi Sociali, mentre il leghista Matteo Ciampoli presiederà la commissione Polizia Locale.   

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.