Nessun allarme acqua, ma serve cautela

Il primo cittadino Nicola Mucci invita a rispettare l'ordinanza emessa lo scorso 16 giugno

Il sindaco di Gallarate Nicola Mucci, riprendendo l’ordinanza emessa il 16 giugno scorso, invita i cittadini ad attenersi alle disposizioni per l’utilizzo di acqua potabile, confermando il divieto di uso per lavare autovetture su aree pubbliche e private, se non presso gli impianti autorizzati, e per annaffiare i giardini, tappeti erbosi, alberi, fiori dalle 6 alle 22.

 

«Ribadisco che a Gallarate non esiste alcun allarme relativamente alla situazione di attenzione idrica che ha colpito la provincia – tranquillizza comunque il sindaco Mucci -, ma occorre la collaborazione di tutti i cittadini a scopo preventivo e cautelativo. Per questo invito i gallaratesi a rispettare l’ordinanza, che è un modo per porre rimedio a rischi di carenza di acqua in alcune ore della giornata, anche al fine di evitare situazioni antigeniche a scapito della salute pubblica».

 

Alla Polizia Locale è demandato in questi giorni il compito di controllare che ci si attenga alle disposizioni dell’ordinanza: le violazioni prevedono una sanzione amministrativa da 50 a 150 euro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.