Nuova commessa miliardaria per Agusta Westland

L'azienda si è aggiudicata un contratto con il ministero della difesa britannico per la fornitura di 70 elicotteri Future Lynx

Vale un miliardo di sterline – 1,4 miliardi di euro – il programma concluso oggi dal Ministero della difesa della Gran Bretagna e AgustaWestland. Una firma con cui l’azienda di Cascina Costa ha ottenuto l’accordo per la fornitura di 70 elicotteri Future Lynx alle Forze Armate Britanniche. Il primo contratto, per la fase di sviluppo, vale 380 milioni di sterline (pari a 555 milioni di euro).

L’accordo, che prevede la consegna di 30 elicotteri alla Royal Navy e di 40 al Royal Army a partire dal 2011, rientra nell’accordo di Strategic Partnering tra il Ministero della Difesa e AgustaWestland e  risponde ad uno dei principali requisiti delineati dalla Defence Industrial Strategy del Governo britannico per quanto riguarda il settore elicotteristico.

«L’intesa con il Governo Britannico dimostra l’eccellente competitività dei prodotti AgustaWestland e il ruolo di primo piano che Finmeccanica ricopre nel panorama industriale britannico – ha commentato Pier Francesco Guarguaglini presidente e  amministratore delegato di Finmeccanica – e rappresenta un’ulteriore conferma della competitività del gruppo a livello internazionale».

Il Future Lynx  è destinato a sostituire gli elicotteri Lynx attualmente in servizio, garantendo capacità operative molto più elevate: si tratta infatti di un elicottero medio biturbina nella classe delle 6 tonnellate specificatamente progettato per svolgere missioni multiruolo navali e terrestri che si avvantaggia di alcune delle soluzioni già sperimentate per il modello Super Lynx 300 attualmente in produzione.

La caratteristica principale del  Future Lynx è la capacità di integrare totalmente dati ed informazioni provenienti dagli avanzati sensori ed apparati di comunicazione dei quali è dotato. Tutti i dati vengono presentati su quattro grandi schermi a cristalli liquidi riconfigurabili in volo che facilitano la condotta della missione e l’efficacia operativa dell’equipaggio. Il Future Lynx sarà equipaggiato con i potenti motori LHTEC CTS800, che forniscono eccellenti prestazioni al peso massimo al decollo anche a temperature superiori ai 50°C.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.