“Ospedale: ok al dialogo, ma aspettiamo fatti”

Controreplica dell'assessore alla sanità Vito Pipolo al direttore generale dell'azienda ospedaliera di Busto

L’Assessore alla sanità del Comune di Tradate Vito Pipolo torna nuovamente sul "caso Galmarini" da lui stesso sollevato settimana scorsa con una lettera a tutti i sindaci del bacino d’utenza. Dopo la replica del direttore generale dell’azienda ospedaliera, Pietro Zoia, e la lettera di sostegno a quest’ultimo da parte dell’assessore ai servizi sociali di Tradate Franco Accordino,  questa mattina Pipolo ha voluto ulteriormente precisare la propria posizione

"Apprendo da quanto pubblicato sulla tutta stampa locale, che il dott. Zoia è “sempre disponibile al confronto, ma bisogna conoscere i fatti” – scrive Pipolo – In effetti, il dott. Zoia i fatti li conosce molto bene, le considerazioni in merito al Galmarini fatte con il Direttore Generale in numerose riunioni hanno prodotto tutti i fatti che tutti possono constatare. Pertanto apprezzo la disponibilità a continuare nell’ennesimo “onesto” dialogo. Nel contempo in attesa di tale “onesto” dialogo si spera che si comincino a vedere i fatti e non le solite recite".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore