Pesci gatto a go go: ecco come cucinarli

Nel lago di Varese abbondano: sul web le ricette del Polesine, del Bresciano e del Mississippi

Il pesce gatto è ormai da tempo uno degli ospiti principali del Lago di Varese: ciò non farà piacere ai tradizionalisti ma è un dato di fatto. Sul lungolago della Schiranna gli amanti della pesca si stanno specializzando nella cattura di questo pesce e, tornati a casa, si ingegnano per trovare il modo migliore per cucinarli.
Qualcuno scommette a occhi chiusi sulle polpette: dopo aver spinato il pesce se ne impasta la carne come per le normali polpette di carne e quindi si fanno friggere in olio bollente.
Tre anni fa furono gi immigrati, soprattutto di origine africana, a proporre ai varesini una "
Festa del pesce gatto" all’interno della manifestazione "Harambee Fiesta" di Ternate. Fu predisposto uno spazio gastronomico con diversi piatti etnici a base di pesce gatto, con tanto di convegno sulle problematiche che questo animale crea nei nostri laghi.

Anche sul web però si trovano diverse ricette, provenienti dall’Italia e non solo, che possono offrire idee interessanti per consumare le prede dei pescatori.
Nel Polesine consigliano il
pesce gatto in umido: fritto, accompagnato da un sugo alle verdure, sembra essere adatto per essere gustato con la polenta.
In Lombardia, uno spunto ci viene dalla provincia di Brescia: la proposta è quella di utilizzare i filetti per unirli a un 
risotto con i piselli, le zucchine e le carote.
Se attraversiamo l’Oceano e atterriamo sulle sponde del Mississippi troviamo un’altra ricetta interessante: in lingua originale è il "
Catfish Stew", lo stufato di pesce gatto, bandiera della cucina creola da accompagnare con il gombo. Un vegetale tropicale che può essere sostituito dalla melanzana. Questo piatto è consigliato in abbinamento con uno Chardonnay dell’Alto Adige.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore