Provincia e Api insieme per la gestione delle risorse umane

Nell'ambito del progetto europeo Leonardo

Prende il via oggi a Villa Recalcati, sede della Provincia di Varese, (ore 124, sala Trofei, ex Verde) la prima delle quattro giornate di formazione sul tema “La moderna gestione delle risorse umane”.

L’iniziativa, progettata da API Varese e dall’Assessorato al Lavoro, Formazione Professionale e Istruzione della Provincia di Varese, mira a realizzare l’obiettivo del progetto “SME – Counselling” realizzato nell’ambito del finanziamento europeo Leonardo Da Vinci, al quale collaborano 10 partner provenienti da 5 paesi diversi (Italia, Romania, Olanda, Polonia e Portogallo) e che prevede lo studio e la progettazione di un metodo per incrementare le competenze di quadri aziendali e manager, che si devono confrontare nella vita lavorativa quotidiana con i problemi di consulenza ed assistenza ai dipendenti.

Per concretizzare un obiettivo tanto ambizioso, ciascun partner ha sviluppato e proporrà il proprio percorso formativo, calandolo nel proprio contesto locale, seguendo le indicazioni stabilite e previste nel piano di lavoro comune dal Progetto “SME – Counselling”. La formazione (“National Training Action”, come viene definita tecnicamente) si sta dunque programmando ed erogando in modo pressoché simultaneo, oltre che a Varese, in tutti i paesi europei aderenti.

Al fine di confrontare con una platea qualificata di interlocutori (Piccole Medie Imprese. Enti pubblici, Centri Studi, Associazioni di categoria, Istituti scolastici), quanto realizzato nelle attività previste dal progetto, API Varese e Provincia di Varese intendono mettere in pratica in queste giornate un’azione di informazione/formazione congiunta tra manager delle imprese, dirigenti scolastici e coordinatori delle attività formative con l’obiettivo di lavorare sulle "competenze sociali": quali ad esempio la capacità di ascolto, fattore sempre più cruciale per la gestione delle risorse umane, sia all’interno delle imprese che delle strutture formative.

Gli incontri di formazione si articoleranno infatti sui temi:
• "Gli strumenti per il management e i modelli organizzativi (Total Quality Management)"
• "Le competenze sociali, coaching, mentoring e conciliazione di genere"
• "La gestione delle competenze e la leadership"

e si concluderanno la metà di luglio.

In aula, oltre a docenti esperti della materia, ci saranno i formatori che hanno partecipato nel mese di marzo a Fagaras (Romania), a tre giornate intensive di formazione finalizzate a sviluppare un modello condiviso tra i partner del progetto e a maturare le competenze che sono oggetto di questo percorso.

«La formazione continua è uno strumento cruciale per la crescita delle aziende e, conseguentemente, per accrescere la competitività del nostro territorio» hanno commentato Andrea Pellicini, Assessore provinciale al Lavoro, Formazione Professionale e Istruzione e Franco Colombo Presidente di API Varese.

«Le risorse umane risultano essere infatti un fattore fondamentale per vincere le sfide di un mercato globalizzato e in veloce evoluzione, che richiede sempre più alle figure manageriali, a fianco di competenze tecniche aggiornate, anche “competenze sociali”, vale a dire quell’insieme di capacità relazionali, , che permettono gestire al meglio i bisogni sempre più articolati dei lavoratori.

Questa iniziativa si rivolge quindi alle “posizioni chiave” nelle piccole e medie imprese e negli enti formativi, cioè alle figure preposte al coordinamento, che potranno così avere qualche strumento in più per affrontare le molteplici problematiche che si evidenziano quotidianamente nella gestione delle risorse umane.»

Il prossimo appuntamento con questo particolare progetto, che ha preso avvio nell’ottobre 2004, è fissato per il 21 e 22 settembre prossimi, quando Varese ospiterà un meeting internazionale nell’ambito del quale verranno presentati i risultati di questi due anni di attività.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.