Raccolta dell’umido, anche i turisti dovranno adeguarsi

Previsto un rafforzamento delle isole ecologiche nei villaggi turistici olandesi e tedeschi a Brezzo di Bedero e nelle valli. Cartelli bi-lingue aiuteranno i turisti a comprendere i colori dei sacchi

Arrivano i turisti e le settemila seconde case del Luinese si ripopolano di turisti tedeschi, svizzeri ed olandesi. La raccolta differenziata, però, non guarda in faccia a nessuno e così la comunità montana ha dovuto corre ai ripari adottando soluzioni diverse alle varie zone. Brezzo di Bedero è il vero banco di prova per vedere se anche i turisti seguiranno le direttive con il suo Villaggio Olandese con 250 abitazioni che si ripopolano d’estate e il villaggio Belmonte, colonia tedesca, con almeno un centinaio di appartamenti.

Il responsabile della comunità montana Massimo Colosio è stato questa mattina insieme ad Alessandro Amici, responsabile commerciale di Econord, nei due villagi per un sopralluogo della situazione ad oggi e studiare soluzioni ad hoc:«Per il villaggio Belmonte l’amministratrice ha già predisposto tutto e ha richiesto un rafforzamento delle campane per il vetro e per la plastica in vista dell’arrivo dei turisti – ha detto Colosio – mentre al Villaggio Olandese abbiamo pensato a cartelli bi-lingue per sensibilizzare al rispetto della raccolta differenziata i turisti che arriveranno».

Altra storia per le case sparse nella zona tra la Val Veddasca e la Val Dumentina:«Anche qui le popolazioni si triplicano d’estate ma la situazione è diversa rispetto agli agglomerati di Brezzo – spiega Colosio – le case sono sparse e confuse con quelle degli autoctoni quindi abbiamo pensato di rafforzare le isole ecologiche e crearne di nuove mimetizzandole con l’ambiente per far sì che non siano un pugno nell’occhio». Gestire la questione rifiuti con i turisti non è di certo impresa facile ma è necessario che gli stranieri vengano informati in modo chiaro sulle modalità di smaltimento per evitare accumuli di immondizia proprio nei luoghi frequentati dai turisti e che dovrebbero essere il fiore all’occhiello del Luinese per pulizia ed organizzazione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.