Riconoscimenti “in rosa” per ricordare il professor Calamari

Tutte donne le ricercatrici premiate all'Università dell'Insubria in ricordo del docente scomparso nel dicembre 2004

Una cerimonia sobria che non ha risparmiato qualche lacrima di commozione. Nell’aula magna dell’Università dell’Insubria in via Dunant sono stati consegnati alcuni riconoscimenti a giovani ricercatori in memoria di Davide Calamari, docente e ricercatore del Dipartimento di Biotecnologie e Scienze Molecolari, scomparso nel dicembre del 2004.
Per ricordare la passione e l’attività del docente, la moglie Laura ha premiato Laura Monti, ( nella foto a destra)  una ricercatrice al terzo anno di dottorato, che sta svolgendo una ricerca sotto la guida del professor Roberto Taramelli incentrata sul candidato gene oncosoppressore localizzato nel cromosoma 6 umano. Alla giovane ricercatrice, che è all’ultimo anno del dottorato, è stato consegnato un assegno di 1000 euro oltre ad un buono acquisto di 20 testi della serie Scienza ed Idee.
Riconoscimenti sono andati anche a Elena Rosini e Laura Caldinelli, entrambre impegnate nell’equipe del professor Loredano Pollegioni in ingegneria proteica.
A tutte le sette partecipanti al concorso, infine, sono stati assegnati i buini acquisto dei libri.
La consegna dei premi è stata fatta dalla vedova di Davide Calamari la quale, però, tradita dall’emozione, non è riuscita ad aggiungere alcun commento alla proclamazione delle vincitrici.

Al termine della cerimonia, la professoressa Paola Gramatica ha consegnato alla signora Calamari ( nella foto accanto)  il numero speciale della rivista Environmental Science and Pollution Research

 In oltre 30 anni di lavoro, Calamari ha offerto un contributo rilevante alla ricerca scientifica nel campo dell’ecotossicologia e ha svolto un ruolo pionieristico negli studi sull’inquinamento da farmaci.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore