Riuscita la simulazione antiterrorismo a Malpensa

Martedì le forze di polizia hanno ricostruito un attentato di tipo "human threats"

Terza esercitazione antiterrorismo ieri, martedì 27, all’aeroporto di Malpensa. Intorno alle 21:20 è stato simulato un attentato suicida all’area check-in di Alitalia, mentre un altro finto terrorista dotato di ordigno potenzialmente più lesivo tentava di raggiungere l’area imbarchi, per salire su un aereo e farsi esplodere.

Queste esercitazioni servono a testare l’operatività, i tempi di reazione e le modalità di intervento delle forze di polizia coinvolte, oltre al grado di cooperazione e di coordinamento delle singole componenti del dispositivo di sicurezza aeroportuale. In questa occasione hanno partecipato anche il 118 e la protezione civile. Il primo ha fornito due autoambulanze per testare i tempi di intervento, mentre la seconda ha fornito un congruo numero di comparse ed attrezzature tecniche atte a rendere la simulazione più veritiera.

Le simulazioni precedenti risalgono al 2004 e al 2005. La prima immaginava un attentato con lo scopo di far esplodere un aereo parcheggiato in aeroporto, la seconda ricostruiva il tentativo di colpire un aereo in fase di decollo con armi convenzionali.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 giugno 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.